Ex Ilva, il Codacons chiede alla Corte d’Assise la confisca degli impianti

Il Codacons ha presentato nelle scorse ore alla Corte d’Assise un’istanza di confisca della fabbrica ex Ilva, sollecitando l’ascolto di alcuni testimoni ritenuti “essenziali”, come il ministro dell’Ambiente Sergio Costa. La richiesta è stata fatta nell’ambito del processo per il presunto disastro ambientale causato dall’ex polo siderurgico di Taranto.
L’associazione di consumatori, inoltre, ha chiesto anche l’audizione in aula della pediatra Annamaria Moschetti, presidente della Commissione Ambiente dell’Ordine dei Medici di Taranto. “Bisogna fornire la prova che proprio nel latte materno erano presenti le sostanze tossiche emesse dall’acciaieria e, quindi, dare un colpo definitivo alle tesi degli imputati secondo cui tutti, eccetto l’Ilva, hanno inquinato l’aria di Taranto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *