Fal, nuovo anno vecchi disagi

Alle soglie di “Matera 2019” e in attesa che la nuova stazione progettata da Boeri sia terminata, un brutto episodio ha caratterizzato la Città dei Sassi e messo in cattiva luce agli occhi di diversi turisti il sistema di trasporti locale. Ieri, 2 gennaio 2019, dopo essere partiti regolarmente alle 18:50 da Matera Centrale con il bus sostitutivo che li accompagnava a Matera Villalongo, pendolari e turisti hanno avuto un’amarissima sorpresa. Ancora intenti a superare i varchi automatici presenti in stazione, buona parte di essi hanno visto partire davanti ai loro occhi il treno che li avrebbe accompagnati a Bari. Addirittura, pare che in stazione nessuno degli addetti si sia accorto che il trasbordo non era avvenuto completamente. Sembrerebbe la trama di un film (comico), se non fosse una drammatica realtà che fa il paio con gli innumerevoli disagi subiti dagli amici materani a causa dei lavori che interessano la città. Ci chiediamo, dunque, è così difficile coordinare un bus sostitutivo con un treno? È stato solo un disguido o dobbiamo pensare ad una vera e propria imperizia dei gestori di tale linea ferroviaria?
F.a.l…le Migliorare e Confconsumatori chiedono, a questo punto, alla nuova Amministrazione delle Ferrovie Appulo Lucane come intende risarcire tale danno ai turisti che hanno perso le loro coincidenze a Bari centrale e ai pendolari che sono tornati a casa con un’ora di ritardo? E gli stessi saranno inoltre intransigenti nei confronti di chi, con tali disservizi, pregiudica l’immagine e l’interesse in Matera, in cui tutta la comunità ha riposto un’occasione epocale di riscatto.
L’ufficio legale della Confconsumatori, infine, appoggerà ed affiancherà tutti i viaggiatori che si troveranno in situazioni simili che portino disagio. Attendendo una risposta alle nostre richieste, invitiamo l’Amministrazione delle F.A.L. ad una più attenta e puntuale organizzazione dei propri mezzi.

F.a.l… le Migliorare – Confconsumatori Altamura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *