Falsi incidenti stradali nel Brindisino, emesse due condanne e 38 prescrizioni

Due condanne e 38 prescrizioni. E’ l’esito della sentenza in Appello circa le accuse mosse dalla Procura di Brindisi su una serie di incidenti stradali falsi. Prescrizione ad eccezione delle condotte contestate a Egizio Gianluca Maisto e all’avvocato civilista Silvia Bellino: per entrambi, fermo restando l’accusa, c’è stata una riduzione delle condanne in Appello.
Maisto è stato condannato alla pena di 4 anni di reclusione, rispetto ai cinque anni e sette mesi inflitti dal Tribunale di Brindisi. Per Bellino, invece, la pena è stata ridotta a tre anni e sei mesi, a fronte dei cinque anni inflitti in primo grado. Per tutti e due resta l’accusa di essere stati organizzatori di un’associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie di “artifici e raggiri” per ottenere il pagamento degli indennizzi da diverse compagnie di assicurazioni, dopo diversi incidenti stradali.
Per tutti gli altri 38 imputati appellanti, la Corte ha dichiarato di “non doversi procedere per intervenuta prescrizione, in relazione a tutti i reati contestati”, dalla contestazione legata all’appartenenza del sodalizio ai cosiddetti reati fine, ovvero quelli ai quali avrebbe mirato l’associazione.






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *