FC Matera: le scuse di Cinnella a Nicola Benedetto

La dirigenza del Matera esprime attraverso la stampa scuse nei riguardi dell’imprenditore e consigliere regionale Nicola Benedetto. Lo fa Mimmo Cinnella che in riferimento all’ultima conferenza stampa, in un momento in cui il cuore biancazzurro batte per il Matera e per le sorti del Matera, ebbe a dire delle cose a caldo, sotto pressione di rabbia, mista a forte passione, nei confronti di Benedetto.

Decantato il momento e assunta una chiarezza di pensiero, ravvedendosi con il giusto senso di convivenza civile, che non manca mai, sente il bisogno di rivolgere le scuse e lo fa in questo modo esordendo con un forte affetto, che scaturisce dalla volontà di trovare, con gli uomini preposti e che vogliono bene alle sorti del Matera le soluzioni migliori per tenere accesa la speranza di salvare il Matera: “Voglio bene al Matera e chiedo scusa a Benedetto. L’altra mattina, la passione, la voglia di vedere ancora il calcio che conta nella mia città, lo stress legato al momento difficile che insieme agli altri dirigenti dell’FC stiamo vivendo per salvare la squadra, mi ha trasportato a dichiarazioni eccessive nei confronti della situazione complessiva e in particolare nei confronti dell’imprenditore e consigliere regionale Nicola Benedetto.

Mi scuso, riconoscendogli l’impegno dimostrato in passato nei confronti della società e chiedo a Nicola Benedetto di continuare a darci il proprio importante contributo alla causa del calcio materano”.

Intanto ieri l’imprenditore Cosimo Muscaridola ha contattato Benedetto: “L’ho trovato disponibile a mettere 140 mila euro. Adesso bisogna procurare la restante somma di 160 mila euro per la garanzia della fidejussione. Il sindaco sta contattando imprenditori per arrivare all’obiettivo dei trecentomila euro”.

Un momento decisamente importante per il Matera e solo trovando gli uomini di buona volontà, si potrà raggiungere l’obiettivo.

E proprio nel momento del bisogno si vedono i veri amici, recita una massima che configura la vita sociale dell’uomo. Riteniamo sottolineare in questo momento quanto Perniola, Fragasso, Cinnella tengono con decisione, determinazione la fiammella accesa per il Matera. Il sindaco dimostra la sua piena disponibilità a chiamare a raccolta le persone che possono portare a termine questa forte impresa sociale. Il calcio è lo sport più popolare e dovrebbe essere auspicabile la partecipazione collettiva per evitare l’angosciante attesa come quella che sta vivendo chi si è preso questo impegno, non certo prescritto dal medico, ma dal cuore, dalla volontà e dall’affetto che si porta verso la propria città. Benedetto che è persona pragmatica, capirà questo gesto d’amore verso il Matera, che la dirigenza sta facendo e porterà a termine quanto ha deciso di dare e fare.

La città dovrebbe essergli grato ancora una volta e considerarlo materano a tutti gli effetti per la sua grande disponibilità che pone verso la città e nei confronti della stessa.

Carlo Abbatino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *