Fials Basilicata: “Aumento delle tariffe per le attività di fisiochinesiterapia, è un segnale importante”

“La decisione della Regione Basilicata di aumentare le tariffe per le attività di fisiochinesiterapia e riabilitazione è un segnale importante che risponde alle esigenze di un settore da troppo tempo in sofferenza.”
La segretaria regionale della Fials, Luciana Bellitti, commenta con soddisfazione gli esiti dell’incontro che si è svolto in Regione al Dipartimento della Salute, con l’assessore Leone, il dg Esposito, e la partecipazione dell’ associazione ASCRIBA (Aias, Ctr ecc.) e delle rappresentanze sindacali.
“Le tariffe erano ferme al 2009 – ricorda la segretaria regionale della Fials – e il loro mancato adeguamento erano state una delle cause della prolungata sofferenza di un’azienda importante del settore riabilitativo. L’impegno preso dal Dipartimento va quindi incontro alle esigenze delle aziende ma rappresenta anche un segnale forte per la tutela dei livelli occupazionali e per il mantenimento di standard di servizi adeguati a un’utenza che ha bisogno di attenzioni e cure particolari.
“Attendiamo fiduciosi – conclude Luciana Bellitti – il prossimi tavoli tecnici che dovranno definire nel merito gli impegni assunti dall’assessore Leone e dal dg. Esposito, che ringraziamo per la loro disponibilità e per l’attenzione dimostrata alla tutela del servizio sanitario regionale. Noi continueremo a vigilare a tutela dei posti di lavoro, dei diritti dei lavoratori e delle esigenze degli utenti, anche alla luce delle nuove esigenze a cui la fase 3 della gestione dell’emergenza Covid ci chiama a dare risposte”,
Fials Basilicata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *