Fit Open alle semifinali. A Di Meo il derby romano con Cobolli

La forte pioggia caduta nel primo pomeriggio di ieri non ha fermato il Fit Open Città di Matera, che ha visto la disputa degli incontri dei quarti di finale. Per la verità, una gara non si è giocata, a causa del forfait di Nicolas Mateo Martinez, testa di serie numero uno del tabellone, del CT Lanciano, classificato 1.20, che per una concomitanza di un impegno non ha potuto raggiungere Matera. E così via libera a Jonson Garcia, 2.2 dello Sporting Club Serra Alta, che si è trovato in semifinale senza neanche giocare. Tra i magnifici quattro c’è anche l’argentino Cesar Pablo Galdon del Circolo Tennis Mosciano, che ha sconfitto con un netto 6-0 6-0 il lombardo Mauro Bosio, numero tre del tabellone e vincitore a Matera due anni fa, ma palesemente condizionato da un forte dolore al braccio destro che lo ha limitato. Nel quarto di finale attesissimo tra ex trionfatori al Fit Open, l’ha spuntata Giulio Di Meo, tesserato con il Tennis Club Schio, ma romano al pari di Stefano Cobolli, suo avversario odierno e vincitore a Matera in quattro edizioni. Il derby capitolino si è concluso con il punteggio di 6-3 6-4 per Di Meo, testa di serie numero due del tabellone e ora grande favorito per la vittoria finale. In semifinale se la vedrà domani pomeriggio con Galdon. L’ultimo quarto di finale si gioca in serata e vede in campo Cristian Sanchez Rodriguez della SSD Ferratella, 2.1 e testa di serie numero quattro, e Valentin Florez, argentino dello Sporting Club Bisceglie.
I quattro semifinalisti saranno presenti oggi, alle 10.30 nella sala Giunta del Comune di Matera, in occasione della conferenza stampa di presentazione del torneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *