Foggia, prete chiude parrocchia per motivi di sicurezza

Pallonate contro i fedeli che andavano a messa e insulti ad ragazzino disabile. Sono i ripetuti atteggiamenti violenti e spregiudicati di un gruppo di adolescenti che hanno indotto il parroco della chiesa di San Michele di Foggia a chiudere l’oratorio. Padre Giuseppe ha affisso un cartello all’esterno della struttura spiegando che le attività ludico-ricreative non finiranno del tutto, ma resteranno limitate solo ai ragazzini che frequentano il catechismo e a coloro che ne condividono i valori.
“La decisione, è stata presa per motivi di sicurezza. – spiega Padre Giuseppe – I ragazzini, tutti di età compresa tra 11 e 17 anni, la sera si fermano davanti all’oratorio e, in più di una circostanza, lanciano pallonate contro i fedeli diretti in chiesa e hanno preso di mira anche un ragazzino disabile, insultandolo pesantemente. Ho chiamato Polizia e Carabinieri più volte, ben 5, ma anche nei loro confronti c’è stata mancanza di rispetto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *