Foggia, slitta a data da destinarsi l’interrogatorio di garanzia dell’ex consigliere comunale Antonio Capotosto

E’ slittato a data da destinarsi l’interrogatorio di garanzia nei confronti di Antonio Capotosto, il consigliere comunale di maggioranza al comune di Foggia sospeso dal Prefetto e  raggiunto da una misura cautelare degli arresti domiciliari venerdì 30 aprile. Il rinvio dipende dalle non perfette condizioni di salute di Capotosto, come ha specificato il suo avvocato difensore, Carlo Mari.
Capotosto è ricoverato da giorni in ospedale dopo aver contratto il Covid. Con lui, nell’indagine della Polizia, figurano anche l’altro ex consigliere comunale (anche lui sospeso dal Prefetto) Leonardo Iaccarino finito carcere e l’imprenditore Francesco Landini (obbligo di firma). Quest’ultimo, difeso dall’avvocato Gianluca Ursitti sarà ascoltato dal Gip per l’interrogatorio di garanzia domani pomeriggio. Indagato a piede libero anche un ex dipendete comunale. Capotosto, insieme a Iaccarino, deve risponde di tentata indizione indebita. I due – secondo l’accusa – avrebbero tentato di indurre il presidente di cooperativa sociale di servizi a pagare 20 mila euro per il riconoscimento di un debito fuori bilanci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *