Forum Internazionale sulla Pesca Sostenibile nel Mediterraneo

Riflessioni sulla riforma UE della nuova politica comune della pesca è il titolo del forum che si svolgerà venerdì prossimo, 2 dicembre, all’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari del Ciheam, con inizio alle ore 9.30. Scopo dell’incontro è condurre un’analisi della proposta di riforma della nuova Politica Comune della Pesca (PCP), discuterne con i delegati delle associazioni mediterranee del settore pesca ed i rappresentanti istituzionali del Parlamento Europeo, della Commissione Europea e del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MIPAAF). L’Iam di Bari è stato incaricato dal MIPAAF di realizzare tale iniziativa, allo scopo di favorire lo sviluppo sostenibile e integrato delle aree costiere, attraverso la promozione, in ambito mediterraneo, di politiche di sostegno e salvaguardia del settore pesca, come auspicato dalla riforma UE della nuova PCP.

L’evento, articolato in una sessione europea mattutina ed una sessione mediterranea pomeridiana, prevede la presentazione dei rapporti Paese sul settore della pesca nel Mediterraneo, l’analisi dello stato dell’associazionismo e del mondo del lavoro, l’impatto delle misure della nuova PCP sul Mediterraneo ed i modelli di partecipazione responsabile alla gestione della pesca. I lavori saranno aperti venerdì 2 dicembre alle ore 9.30 da Cosimo Lacirignola, direttore dell’Iam di Bari; a seguire Plinio Conte, della DG Pesca marittima e Acquacoltura del MIPAAF che presenterà la riforma della nuova Politica Comune della Pesca. La discussione continuerà con Dario Stefàno, Assessore regionale all’Agricoltura, Gianpaolo Buonfiglio, presidente AGCI/AGRITAL, Massimo Coccia, presidente FEDERCOOPESCA, Luigi Giannini, presidente FEDERPESCA, Ettore Ianì, presidente LEGAPESCA, Stefano Mantegazza, segretario generale Uila-Uil. Conclude i lavori della mattinata Guido Milana, vice presidente della Commissione Pesca del Parlamento Europeo.

La sessione mediterranea si aprirà alle ore 15, con le considerazioni operative e gli interventi programmati dei rappresentanti delle Associazioni di categoria Italiane e dei delegati dei Paesi mediterranei (Albania, Algeria, Croazia, Egitto, Libano, Marocco, Montenegro, Tunisia, Turchia ed Italia). Alle 17.30 le conclusioni del Forum saranno affidate a Stefano Cataudella, Presidente della GFCM-FAO, Commissione Generale per la Pesca nel Mediterraneo e consigliere del Ministro Mario Catania per gli Affari Pesca, nonché coordinatore scientifico del progetto Pescamed: Sviluppo della cooperazione nel settore della pesca nel Mediterraneo; mondo del lavoro, organizzazioni dei produttori, organizzazioni dei consumatori e formazione.

Pescamed ha avuto come finalità l’analisi delle attività legate alla pesca marittima, alle organizzazioni ed associazioni, cui ha fatto seguito un’attività di alta formazione a supporto delle istituzioni dei Paesi del Mediterraneo, di divulgazione dei risultati, incontri, workshop rivolti ai rappresentanti dei Paesi che hanno partecipato allo stesso (Italia, Croazia, Montenegro, Albania, Turchia, Siria, Libano, Egitto, Libia, Tunisia, Algeria e Marocco) ed ha, inoltre, consentito di realizzare uno studio sulla situazione del mondo dell’associazionismo e del lavoro nel settore pesca del Mediterraneo. Il progetto è stato finanziato dal Ministero italiano delle politiche agricole, alimentari e forestali – Direzione generale pesca marittima e acquacoltura ed attuato dall’Iam di Bari. In occasione del Forum sarà distribuito ai partecipanti il Report tecnico del Progetto Pescamed.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *