GdF Taranto, celebrata la festività di san Matteo

Questa mattina, presso la Parrocchia “Spirito Santo” di Taranto, ha avuto luogo la celebrazione della Santa Messa in occasione della festa liturgica di San Matteo Apostolo. Il “Breve Pontificio” che dichiara San Matteo Patrono della Guardia di Finanza reca la data del 10 aprile 1934 ed è stato firmato dal Cardinale Eugenio PACELLI (futuro Papa Pio XII), nell’auspicio che tutti gli appartenenti al Corpo potessero, nel suo esempio, unire l’esercizio fedele del dovere verso lo Stato con la devota sequela di Cristo.
La funzione religiosa è stata officiata dal Vicario Generale dell’Arcidiocesi di Taranto, Mons. Alessandro GRECO, unitamente al Capo Servizio Assistenza Spirituale del Comando Regionale Puglia della Guardia di Finanza, Padre Tommaso CHIRIZZI, alla presenza del Prefetto di Taranto, Dott. Demetrio MARTINO, e delle massime Autorità militari e civili locali. Alla solenne liturgia hanno preso parte le rappresentanze dei finanzieri, di ogni ordine e grado, in servizio e di quelli in congedo appartenenti alle Sezioni dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia di Taranto e di Martina Franca, unitamente ai familiari.
Il momento celebrativo si è concluso con la lettura della “Preghiera del Finanziere” e con il saluto di ringraziamento agli intervenuti del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Taranto, Colonnello Massimiliano TIBOLLO, per la sentita partecipazione all’evento che rappresenta, da sempre, un momento di alto valore spirituale per il Corpo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *