Ginosa Marina, mutilato corno sinistro di un toro del circo Orfei

Quattro vandali, la notte tra lunedì e martedì scorso, hanno mutilato un toro del circo di Marina Orfei, strappandogli il corno sinistro. L’episodio è accaduto intorno alle 3.30 a Marina di Ginosa, dove il circo Orfei è presente da qualche giorno; i quattro si sono introdotti all’interno dell’area in cui sono custoditi gli animali, probabilmente con il chiaro intento di fare del male al bovino.
L’animale, un esemplare di rara bellezza di quasi 900 kg di peso, era accovacciato, quando è stato dapprima colpito da calci e bastonate, e poi indotto ad alzarsi. Alla fine, il gruppo è riuscito a strappargli il corno sinistro. Come se non bastasse, dandosi alla fuga, i vandali hanno anche aperto altre gabbie, specie di zebre ed elefanti, per creare ulteriore panico. La famiglia Orfei, proprietaria del ‘carrozzone’, è stata svegliata dai lamenti del toro, che dall’accaduto si rifiuta di mangiare.
E’ stata Marina Orfei a parlare a nome della sua famiglia: “Non ci sono parole, una scena indescrivibile. Il toro è ormai uno di famiglia, lo abbiamo cresciuto ed è con noi da 15 anni. Ha perso più di 2 litri e mezzo di sangue, ed ora è disorientato e vive un grande disagio. Forse sarà necessaria l’amputazione anche del corno destro, perchè questi animali si orientano proprio grazie ai corni. Portiamo avanti la nostra tradizione tra mille difficoltà, spesso subiamo le invettive degli animalisti, ma non avremmo mai pensato che proprio qui a Ginosa sarebbe potuto accadere l’irreparabile. Voglio ringraziare di cuore il dottor Perrone, di Laterza, il veterinario che gli ha salvato la vita arrestando l’emorragia”.
Sull’accaduto indagano i Carabinieri di Castellaneta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *