Giordano (Ugl): “Nessun pullman per gli operai Fiat ad agosto”

Fiat Sata di Melfi, tutti gli operai materani ad agosto non viaggeranno con pullman. Ugl: “Con l’impegno del sindacato viene meno  il sostegno della Provincia di Matera, i lavoratori non sono tutelati”. Fumata nera, nessuna soluzione trovata per gli operai della provincia di Matera che dovranno raggiungere la Fiat nel periodo di agosto. “L’amministrazione provinciale, a cui l’Ugl Basilicata aveva sottoposto l’urgenza della questione, – ha dichiarato il segretario regionale metalmeccanici, Giuseppe Giordano,- ha mostrato, in questa occasione, scarsa sensibilità istituzionale. Assenza d’attenzione che non ha reso possibile intervenire immediatamente e risolvere la questione. Infatti, per tutti gli anni e per il mese di agosto, la provincia si e’ sempre sforzata a garanzia dei pendolari che dai paesi del materano raggiungono giornalmente la Sata di Melfi: quest’anno, invece l’Ente provinciale, con prot. N. 0022383 risponde  all’Ugl che, ‘in riferimento alla richiesta dell’o.s. per l’istituzione di servizi aggiuntivi nel mese di agosto, l’impegno finanziario a carico della Provincia di Matera ammonterebbe a circa €90.000,00(che sarebbe aggiunto a quello della Regione Basilicata) e per tanto non può farsi carico di questo onere, in quanto non dispone di risorse economiche per poter finanziare il servizio richiesto’.

‘È nostro dovere, pertanto, far presente al Co.Tra.B e p.c. al Presidente Stella – prosegue il segretario Giordano – che mai come quest’anno la Fiat di Melfi è interessata da un lungo periodo di cigs, non si capisce il perché per diversi giorni e per diversi turni lavorativi, certi pullman fanno tratte di lunga percorrenza con nessun passeggero a bordo e con notevole spreco di fondi regionali. Ora che ci sarebbe bisogno di viaggiare, i pullman non possono essere garantiti: un paradosso tutto Italiano. L’Ugl Basilicata per la sua instancabile attività a sostegno dei lavoratori e per l’estrema attenzione e dedizione ai loro problemi, segno di generosa empatia, nonché di grande capacità sindacale, ora si appella al buon senso del Presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, affinché intervenga e non vengano ancora una volta ed in questo particolare momento penalizzati gli operai della Fiat: in questi periodi di ferie – spiega Giordano – la fabbrica non chiude. Saranno, infatti presenti a lavoro i manutentori, i sorveglianti, i pompieri, gli addetti alla sicurezza industriale e tutto quel personale necessario per particolari attività. Per cui, l’Ugl chiede al governatore regionale di trovare soluzioni alle enormi difficoltà che anche in quel mese i lavoratori pendolari hanno per raggiungere il proprio posto di lavoro, in un momento di forte impatto economico e causa del perdurare della cigs”. L’esponente dell’Ugl propone alle Istituzioni, “nell’ottica del risparmio nei bilanci degli enti, che le autolinee interessate al servizio predispongano per quel periodo, autobus più piccoli oppure di accorpare qualche pullman con altri delle direttrici maggiori”.

Ufficio stampa Ugl Basilicata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *