Giornata di presentazione del 3° anno di prove dimostrative ‘Agritransfer-in-Sud’

I sistemi agricoli possono non di rado rappresentare causa di “interferenza” con la salvaguardia dell’ambiente e l’ottimale conservazione del paesaggio e degli ecosistemi. Aiutare gli operatori ad eseguire correttamente la lavorazione dei terreni rappresenta una importante opportunità di coniugare insieme alti livelli produttivi (quindi di reddito) e salvaguardia delle risorse naturali. Fra tali tecniche di lavorazione, la semina su sodo (cioè su terreno non lavorato) che, con l’ausilio di macchine innovative, lascia inalterate le proprietà fisico meccaniche dei terreni ed il tenore di sostanza organica dei terreni.

Martedì 13 novembre 2012, presso l’ITAS “G. Briganti” di Matera, giornata di presentazione del III anno di prove dimostrative in campo – Progetto “Agritrasfer-In-Sud”.Alla manifestazione, organizzata dall’Alsia, parteciperanno dirigenti e funzionari dell’Agenzia, esponenti del CRA – Roma e del CRA-CER di Foggia, docenti dell’Università degli studi di Basilicata ed operatori del settore. La giornata si concluderà con la realizzazione di prove in campo.

L’iniziativa rientra nell’ambito del Progetto “AGRITRASFER-IN-SUD – “Realizzazione di un sistema permanente per il trasferimento dei risultati delle ricerche e delle innovazioni per l’agroalimentare nelle Regioni del Sud Italia” realizzato dal Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA), finalizzato a promuovere la diffusione delle innovazioni e il trasferimento dei risultati della ricerca alle imprese.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *