Giovani imprenditori, De Filippo: Crisi, occasione di riscatto

“Fare impresa in questo particolare momento storico non è semplice ma è nei momenti difficili che riusciamo a dare il meglio di noi stessi. La situazione economica e finanziaria non è certamente delle più favorevoli, tuttavia occorre rimboccarsi le maniche e puntare sui giovani, su quelli del Sud in particolar modo. Come più volte abbiamo avuto modo di evidenziare, la nazione non riparte se non si rimette in marcia il Sud. E questa, per i giovani imprenditori del Sud d’Italia, dev’essere vista come un’occasione per dimostrare le proprie capacità e la voglia di riscatto che da sempre preme sulla gente del Sud”.

Così il presidente della giunta regionale della Basilicata, si è rivolto all’assemblea dei Giovani Imprenditori del Sud di Confindustria, riunita a Melfi per discutere sul tema: “Sguardo a Sud: giovani, impresa, futuro”.

“Anche la scelta di organizzare l’evento in Basilicata – ha aggiunto De Filippo – è indice della fiducia che si ripone nei giovani imprenditori del Sud e in quelli lucani in particolare. Un’attestazione di responsabilità da parte di tutti poiché è chiaro, come già abbiamo evidenziato, che dalla crisi o si esce tutti insieme o non si esce affatto. E nel percorso di ripresa – ha sottolineato De Filippo – le regioni del Sud hanno un ruolo decisivo”.

“E’ chiaro – ha detto il presidente – che se alle imprese chiediamo di agire con determinazione e in tempi stretti, la politica deve fare la sua parte. In Basilicata, nell’ambito di un intesa con le parti sociali abbiamo raddoppiato i fondi per il credito d’imposta sull’occupazione, recuperato fondi per il credito d’imposta per gli investimenti, finanziato interamente gli ammortizzatori sociali, e messo in campo in modo concertato anche gli strumenti dell’apprendistato, ponendo anche le basi per il nuovo ciclo di programmazione 2014/2020 su cui abbiamo incassato l’apprezzamento del ministro Barca. La crisi ha acuito il divario tra Nord e Sud. Le Regioni fanno la loro parte, così come gli imprenditori non si tirano indietro di fronte all’impegno e ai sacrifici. Ora – ha concluso De Filippo – attendiamo che anche il governo nazionale faccia una seria riflessione sui criteri adottati nella ripartizione dei fondi, riconoscendo al Mezzogiorno il giusto ruolo che è chiamato a svolgere nella partita che, ce lo auguriamo, porterà alla ripresa del Paese”.

All’assemblea hanno partecipato il presidente del Cnel  Antonio Marzano, il presidente nazionale Giovani Imprenditori Jacopo Morelli, il vicepresidente di Confindustria con delega per il Mezzogiorno Alessandro Laterza, mentre il ministro per la Coesione Territoriale Fabrizio Barca, dopo aver trascorso la giornata di ieri con i giovani imprenditori, questa mattina è dovuto rientrare a Roma per motivi istituzionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *