Gli alunni del comprensivo di Lauria hanno incontrato oggi il presidente Pittella

Poco prima di partire per Roma per un importante impegno istituzionale, il governatore lucano, Marcello Pittella ha accolto con piacere, nella propria stanza del palazzo della Giunta regionale, a Potenza, gli alunni della dell’istituto comprensivo statale “Giovanni XXIII” di Lauria, accompagnati dal dirigente scolastico, Vito Carlomagno e dalle docenti Sabella Felicetta e Maria Teresa Cantatore.
La delegazione di una trentina di studenti delle classi 2 A e B della scuola secondaria di primo grado è arrivata questa mattina nel capoluogo lucano per una visita al Consiglio regionale, nell’ambito del progetto “Cittadinanza e Costituzione”. Dopo aver assistito ad alcune fasi della seduta dell’assemblea consiliare in corso ed aver incontrato il presidente del Consiglio regionale, Francesco Mollica ed il consigliere Giannino Romaniello, i ragazzi sono saliti al primo piano del palazzo, dove sono stati accolti dal governatore Pittella.
“Sono molto contento di incontrare questa scolaresca e conosco molto bene gli insegnanti”, ha detto agli alunni il presidente della Regione. “Questa è la stanza – ha spiegato il governatore rivolgendosi ai ragazzi – dove siede il presidente della giunta, mentre qui di fianco vi è l’aula intitolata al primo presidente della Regione, Vincenzo Verrastro dove si riunisce il governo lucano e dove si assumono le decisioni volte a tutelare il bene comune. Sto andando a Roma per un impegno istituzionale, ma ho preferito rimandare di un po’ la partenza proprio per incontrarvi. Al di là del fatto che siete miei concittadini e che quindi ho un particolare piacere nell’accogliervi in qualità di presidente ritengo sia importante ritagliare nella vita istituzionale, momenti di confronto come questo, per avvicinare la politica al mondo della scuola e ai cittadini. State vivendo un’età importante – ha detto il governatore – in cui ponete le basi per costruire il vostro futuro. Sappiate fare tesoro, quindi, degli insegnamenti che vi vengono forniti ogni giorno dai docenti. Chissà che un domani – ha concluso in modo beneaugurante Pittella – qualcuno di voi non possa venire a sedersi da questa parte, ricoprendo il ruolo di presidente della Regione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *