Gli azionisti della Banca Popolare di Bari incontrano i vertici dell’istituto di credito

Dare seguito alle oltre mille sentenze pendenti emesse dall’arbitro per le controversie finanziarie che ha condannato la Banca popolare di Bari a risarcire gli azionisti e convocare un tavolo di conciliazione pubblico per condizioni contrattuali migliorative per i soci. Sono alcune delle richieste e proposte avanzate dalle delegazioni di azionisti della Banca Popolare di Bari rappresentate dalle associazioni Asso BpB, Comitato indipendente azionisti e AssoConsumatori, che hanno incontrato ieri a Bari i vertici dell’istituto di credito, il presidente di MCC e di BPB, Massimiliano Cesare, l’ad di BPB, Cristiano Carrus, e l’ad di MCC Bernardo Mattarella, consegnando loro documenti con proposte dettagliate.
“Abbiamo percepito un’apertura dei vertici della banca rispetto ai temi che abbiamo posto e lo cogliamo come un segnale importante, perché fino ad oggi c’è stato solo un muro contro muro. – ha detto al termine dell’incontro l’avvocato Domenico Romito, che rappresenta gli azionisti di AssoConsumatori – E’ l’inizio di un percorso ed abbiamo percepito una disponibilità reale da parte di persone molto serie”.
AssoConsumatori è anche promotore anche di una class action che sarà definita dal Tribunale nelle prossime settimane, sulla ritenuta illegittimità della transazione per l’aumento di capitale del 2014-2015 per centinaia di milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *