Gli itinerari del Lazio: Latina

VIAGGIO NEL LAZIO

 Regione: Lazio 

Il Lazio si trova nell’Italia centrale e le sue coste sono bagnate dal Mar Tirreno. Il territorio è in maggioranza collinare (54%), montagna (26%) e pianura (20%) hanno rilevanza minore. La vetta più alta, il Monte Gorzano (2458 metri), si trova sul confine con l’Abruzzo. Il fiume principale è il Tevere, terzo fiume italiano, segue in ordine di lunghezza il Liri-Garigliano. Nella regione vi sono alcuni importanti laghi, come quelli di Bolsena e Bracciano, entrambi di origine vulcanica. Lungo il litorale tirrenico sorgono alcune pianure; appartengono al Lazio le isole Ponziane. Roma, oltre ad essere capitale d’Italia e capoluogo regionale, è il comune più esteso e popolato della nostra penisola, con oltre due milioni e mezzo di abitanti. Gli altri centri capoluoghi delle rispettive province sono Latina, Viterbo, Frosinone, Rieti; superano i 50.000 abitanti Guidonia Montecelio, Aprilia, Tivoli, Fiumicino e Civitavecchia. Il territorio è prevalentemente montuoso e collinoso, mentre le pianure si trovano in prossimità dei litorali costieri. Nella parte orientale troviamo una modesta sezione di Appennino, che incastra le zone di confine con l’Umbria, le Marche e gli Abruzzi. Sorgono in questo territorio i bassi e isolati Monti Sabini e i Monti Reatini nei quali sorge il monte più alto: il Terminillo con i suoi 2213 m. Costeggiando il confine con gli Abruzzi, troviamo i Monti Simbruini e i Monti Ernici caratterizzati dalla loro siccità e scarsa vegetazione. Tra gli Ernici e i monti del Preappennino, si trova la valle della Ciociaria, zona molto fertile dove passano i fiumi Liri e Sacco. La zona settentrionale della Regione, tra il Tevere e la costa, è occupata da un serie di monti che sono: i Monti Cimini, i Monti Volsini e i Monti Sabatini. A sud del Tevere c’è il gruppo dei Colli Albani. Ancor prima della nascita di Roma, questo territorio era chiamato Lazio, dal latino Latium, abitato dal popolo dei latini ed era situato nella zona del basso Tevere. Dopo il periodo dell’epoca repubblicana i confini si allargarono e con l’ordinamento di Augusto nell’epoca romana, la Regione comprendeva sia il Lazio che la Campania.

Itinerario:  LATINA  Festa Patronale: San Marco (25 aprile); Santa Maria Goretti (7 luglio)
Latina è la prima delle quattro “città nuove” edificate tra il 1932 ed il 1937, nata con il nome di Littoria. Inizialmente fu abitata da coloni immigrati provenienti dal Veneto, dall’Emilia Romagna, dall’Abruzzo e da altri centri del Lazio. Nata come centro rurale, ha trasformato la propria economia sotto la spinta dello sviluppo dell’industria, del commercio e la creazione di strutture per la cultura, i servizi e il turismo: L’Università Pontina, il Teatro ed il Palazzo Cultura, la grande area mussale di Piana delle Orme, strutture ricreative e sportive. Il territorio presenta diverse vestigia storiche: le stazioni di Tripontium e di Forum Appii, ricordate nella V satira di Orazio, scritte e dediche romane su ponti e spallette, ed i segni della bonifica di Papa Pio VI, come la bella chiesetta settecentesca di S. Paolo a Tor Tre Ponti. La sua area turistica si sviluppa sul fronte marittimo, dalla foce del fiume Astura alla foce di Rio Martino. La parte orientale ricade nel comprensorio del Parco Nazionale del Circeo, dove è racchiusa la famosa oasi di Fogliano, l’orto botanico e le strutture per l’animazione naturalistica e lo studio dell’ambiente.  Per informazioni:   www.comune.latina.it

Itinerari e Agroalimentare d’Italia  in collaborazione con www.girovagandoinitalia.com  la guida che promuove le regioni italiane

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *