‘Happy Murgia’. Tour speciale sull’autobus scoperto

Una nuova offerta turistica per vivere le bellezze artistiche di Matera. Domenica 26 agosto alle ore 10.30 da piazza Vittorio Veneto (angolo Via Roma) partirà il nuovo tour a bordo dell’autobus “open air” alla scoperta della Murgia materana e dei suoi tesori organizzato da Matera City Tour in collaborazione con il CEA, Centro di Educazione Ambientale. Durante il tour chiamato “Happy Murgia” si potranno ammirare il Parco Scultura della Palomba che espone anche l’pera “L’ultima cena globalizzata” realizzata con l’acciaio delle Torri Gemelle di New York, alcune chiese rupestri del Parco Murgia, lo Jazzo Gattini, e il famoso “Golgota” dove erano posizionate le tre Croci del film “The Passion” di Mel Gibson. Da Belvedere, ovviamente, i partecipanti al tour potranno ammirare anche il fantastico scenario dei Sassi. La visita sarà supportata da una guida turistica del Parco Murgia di Matera. E’ obbligatoria la prenotazione. Il rientro è previsto per le ore 13.

Dopo la sosta al Parco della Scultura di Antonio Paradiso, l’itinerario si snoda nella zona panoramica di Murgia Timone di fronte ai Sassi di Matera e prevede un tratto di circa 600 metri da percorrere a piedi lentamente discorrendo del patrimonio del parco e della città, della sua storia antica e del suo presente. Dopo aver visitato il centro visite di Jazzo Gattini, tipico ovile del XIX secolo fortificato e simbolo delle millenarie tradizioni pastorali, ci si sposta di circa 500 metri con il bus nei pressi del complesso rupestre di San Falcione. Situato in una piccola lama nella gravina di Matera, il complesso rupestre contiene oltre una delle più antiche chiese rupestri della murgia, i segni di un’antica pecchiara. Cosi’ venivano chiamati i numerosi apiari, le aree dedite all’allevamento delle api per la produzione di due materie molto preziose nel passato: il miele e la cera. Dopo la visita a San Falcione il bus navetta porterà i partecipanti sul piazzale panoramico distante altri 500 metri. Di li lo sguardo si apre sull’ampio panorama dei Sassi, avendo modo di distinguerne i quartieri ed i siti principali, discorrendo della storia di questo straordinario nucleo urbano. Una breve e semplice passeggiata porterà i partecipanti a visitare la chiesa rupestre della Madonna delle Tre Porte, arricchita da mirabili affreschi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *