Holter in 57 giorni: prestazione non urgente e attesa nei limiti ministeriali

L’elettrocardiogramma dinamico eseguito con rilevazione tramite holter, per sua natura, non è un esame urgente e, conseguentemente, non è possibile attivare la procedura “Rao” che consente un taglio ai tempi di attesa nelle liste di prenotazione e i 57 giorni di attesa rientrano nei tempi previsti dalle linee guida del Ministero della Sanità per gli esami strumentarli.

La precisazione viene dal Dipartimento Salute della Regione Basilicata dopo la denuncia del segretario dei pensionati Cisl lucani su presunti disservizi.

Il nuovo sistema di prenotazione delle prestazioni sanitarie adottato in Basilicata prevede una corsia preferenziale per le prestazioni a carattere di urgenza che abbiano questa natura indicata dal medico curante prescrivente, ma tanto è possibile appunto per quegli accertamenti per i quali il ritardo nell’esecuzione può essere di pregiudizio al paziente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *