I benzinai di Foggia in sciopero dal 6 al 12 dicembre

benzinaI benzinai di Foggia hanno ingaggiato una vera e propria battaglia contro le compagnie petrolifere. E dal 6 al 12 dicembre gli impianti cittadini resteranno chiusi. Il messaggio che i gestori delle pompe di benzina vogliono lanciare è abbastanza chiaro: stop all’aumento del prezzo dei carburanti e di contro permettere a noti marchi di ipermercati di poter applicare costi più bassi. A decidere per lo sciopero è stata l’assemblea generale dei gestori di Foggia, insieme ai sindacati Fegica-Cisl e Figisc-Confcommercio.

La motivazione è stata spiegata da un comunicato stampa della categoria: “L’eccezionale e assolutamente inedita decisione è stata assunta a fronte della drammatica condizione di sofferenza dei gestori che mette ormai più che a rischio sia i livelli occupazionali, sia la capillarità stessa del servizio di distribuzione carburanti per la cittadinanza, soprattutto dopo l’apertura di un punto vendita cittadino legato ad un noto marchio della distribuzione organizzata che con prezzi inferiori fino a 20 cent/litro, rastrella già oggi oltre il 60% dei volumi di carburanti venduti nel comune”.

La colpa della differenza di prezzi, secondo il pensiero dei benzinai foggiani, va ricercata nelle compagnie petrolifere: “Sono, infatti, proprio le compagnie petrolifere a rifornire di carburanti l’ipermercato a condizioni del tutto differenti da quelle imposte ai gestori, attraverso la clausola dell’esclusiva, in aperta violazione della legge 27/2012 che, nell’interesse collettivo – si legge ancora nel comunicato – imporrebbe alle stesse petrolifere di assicurare condizioni eque e non discriminatorie per consentire ai gestori di concorrere sul mercato”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *