I cittadini di Potenza segnalano i disagi del trasporto pubblico

Rete Sociale Attiva Basilicata, Associazione Nazionale di Consumatori, sta raccogliendo numerose segnalazioni di utenti indignati per la scarsa qualità del servizio di trasporto pubblico a Potenza. Corse saltate, studenti e lavoratori arrivati in ritardo nei luoghi di studio e di lavoro, anziani penalizzati, disorganizzazione urbana hanno caratterizzato la settimana dell’apertura delle scuole.
“In particolare molti utenti hanno lamentato l’assenza improvvisa di corse nelle giornate del 14, 15, 16 e 17 settembre e precisamente la mancata effettuazione delle linee n. 2, 4, 5, e 6 dalle ore 7,00 alle ore 8,30. Tutto ciò corredato dalla mancanza di una adeguata comunicazione e/o spiegazioni all’utenza”, ha dichiarato Luisa Rubino, avvocato responsabile dell’associazione.
Molti, quindi, i disagi patiti da coloro che hanno orari da rispettare tassativamente, come scolari, studenti e impiegati, ma anche dagli anziani che sono impossibilitati a spostarsi con mezzi propri. A questi poi, vanno aggiunti coloro che, nonostante l’abbonamento regolarmente pagato, non vedono erogato neanche il servizio base previsto, e sono costretti a ricorrere ad altre soluzioni per raggiungere le destinazioni di pertinenza.
“E’ il momento che ci sia un’assunzione di responsabilità da parte dell’amministrazione comunale e della Società Trotta rispetto alle tante criticità nel capoluogo, affinchè venga garantita l’erogazione del servizio nel rispetto degli standard minimi di qualità e assicurando la regolarità e la puntualità delle corse”, ha chiosato l’avvocato Rubino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *