I gruppi di minoranza “Scelta Comune” di Francavilla in Sinni denunciano i disagi dell’ufficio postale cittadino

I consiglieri del Gruppo Consiliare “Scelta Comune” di Francavilla in Sinni denunciano la grave situazione organizzativa dell’ufficio di Poste Italiane di Francavilla ormai divenuta inaccettabile.
“I cittadini sono costretti ad aspettare il turno fuori dall’ufficio postale, in fila indiana in ogni stagione e con tutte le condizioni climatiche.
Il disagio è aggravato dalla mancanza di posti a sedere all’interno dell’ufficio e, fino a qualche giorno fa, dall’impossibilità di utilizzare i numeri con tempi di attesa incalcolabili.- si legge – Precisiamo che tale situazione è così da sempre e quindi non imputabile all’emergenza Covid. A tanto va aggiunta l’incolumità fisica e morale degli utenti e dei semplici passanti di via Matteo Cosentino, dove è situato l’ufficio postale. Si parcheggia in modo selvaggio da ambo i lati della strada creando l’impossibilità di soste brevi per consentire a disabili e anziani di recarsi in ufficio. Ai fatti esposti va aggiunta la considerazione che Francavilla ha un posizione geografica medianica e di riferimento di tutta l’area sud di Basilicata, che di suo conta oltre 600 partite IVA . Pertanto i suddetti consiglieri mossi anche dalla nota esasperazione di tutti i cittadini di Francavilla chiedono alla s.v. e a tutti i responsabili di Poste Italiane di risolvere al più presto i notevoli disagi offrendo alla cittadinanza un servizio adeguato. Per tanto chiediamo una struttura che rispetti almeno le norme minime di sicurezza e l’apertura pomeridiana dell’ufficio almeno in due giorni della settimana, tanto, per consentire un servizio più rispondente al numero degli utenti e relativo volume economico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *