I Sassi di Matera in onda su RaiUno

Le chiese rupestri della Palomba e di Santa Lucia alle Malve, i Sassi e la Murgia materana faranno da cornice alla prossima puntata del programma “A sua immagine” che andrà in onda su RaiUno sabato, 23 luglio, alle ore 17.30. Nato nell’ottobre del 1997 come settimanale di approfondimento culturale, sulla scia delle rubriche religiose presenti nel palinsesto della Rai sin dal 1954, si è andato nel tempo definendo sempre di più come un programma di confronto culturale. Viene realizzato in collaborazione con la Conferenza Episcopale Italiana, che offre una consulenza per individuare le linee generali delle tematiche da affrontare. In particolare, Matera sarà protagonista nella seconda parte del programma, quando padre Ermes Ronchi commenterà il Vangelo della domenica all’interno delle chiese rupestri della Palomba e di Santa Lucia alle Malve.

Le riprese sono stata effettuate nella giornata di mercoledì, 29 giugno 2011. Mentre Padre Ermes è arrivato a Matera il 28 giugno per partecipare alla Benedizione della via Lucis della Chiesa del Ss. Salvatore a Timmari su iniziativa di Don Egidio Casarola e dell’artista materano Franco Di Pede.

“Ancora una volta – commenta il sindaco, Salvatore Adduce – Matera si propone non solo per il suo patrimonio storico e architettonico, ma anche come uno dei luoghi dello Spirito più incantevoli d’Italia come ci è stato testimoniato dallo stesso Padre Ermes e dalla produzione di tanti film religiosi girati nei Sassi”. Questo il passo del Vangelo che sarà commentato sabato da Padre Ermes:

In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli:

«Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo.

Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra.

Ancora, il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi. Così sarà alla fine del mondo. Verranno gli angeli e separeranno i cattivi dai buoni e li getteranno nella fornace ardente, dove sarà pianto e stridore di denti. Avete compreso tutte queste cose?». Gli risposero: «Sì». Ed egli disse loro: «Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *