I suoni e i colori dell’Africa raccontati a Lagopesole

Nell’ambito dell’evento “Elena d’Epiro_Forme d’Arte”, l’11 Agosto 2016 si terra la manifestazione “Vi racconto l’Africa: musiche, racconti, immagini” che prende avvio dal progetto “Interazione” di Gianni Madio. Una serata durante la quale sarà raccontato il continente africano attraverso i molteplici linguaggi delle forme culturali e alla quale prenderanno parte diversi ospiti che con la loro arte ci trasporteranno all’interno della cultura africana.
Dudù Kouate, musicista polistrumentista di spicco nel panorama jazzistico italiano, è un Griot, un poeta e cantore che conserva e tramanda la tradizione orale dei suoi antenati, una biblioteca vivente. Tra musica e teatro descriverà le opere del pittore del 1500 italiano Gaudenzio Ferrari, “L’adorazione dei re Magi” e “Gli angeli musicanti” a suon di Xalam, Calebasse e Kanjira, strumenti tipici della tradizione Barbara. A Pape Gora Tall con il suo saggio “Africanità: introspezione della cultura africana” è affidato il compito di tracciare un modello di integrazione possibile della cultura africana, in cui tradizione e globalizzazione possono coesistere, partendo dalla consapevolezza che i suoi tratti caratterizzanti sempre di più si stanno conformando a quelli occidentali con il conseguente distacco dalla propria cultura di origine.
A guidarci all’interno della tematica, esplicando punti d’osservazione attenti riguardo il concetto di interazione, Gianni Madio africanista, Gervasio Ungolo dell’Osservatorio Migranti Basilicata e Nicola Feninno Direttore del CTRL Magazine di Bergamo. Durante la serata la splendida Niasse Fama preparerà il tè secondo il rituale africano: l’Ataya. Un rito, un momento di condivisione, un’occasione per riunirsi: l’infuso di tè verde, menta fresca e acqua viene preparato in una teiera di metallo, scaldata sulla carbonella, dalla quale poi il tè viene versato nel bicchiere partendo da molto in alto, in modo che lo zucchero si sciolga e formi una schiuma in superficie.
Le opere della mostra “Interazione” di Claudia Molinari stimolano la capacità di scrutare e apprendere le diversità, colorando sistematiche traiettorie che permettono di inserirsi nelle grandi tematiche odierne, ove le culture di molti si infrangono su scogli sia materiali che ideologici. La mostra, allestita nel Sala delle Mostre Temporanee de “Il Mondo di Federico II” nel Castello di Lagopesole, rimarrà aperta dall’11 Agosto al 30 Settembre 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *