Il cinema, il più grande testimonial della Basilicata

Tutto è pronto per la kermesse turistica più importante del Paese, la Bit di Milano (17-20 febbraio). Una vetrina da cui la Basilicata può e deve tornare vincitrice cercando di scrollarsi di dosso quell’etichetta di “bella e sconosciuta” che per troppo tempo le è rimasta appiccicata addosso. “Perché – sottolinea il presidente della Giunta Regionale Vito De Filippo, in partenza per Milano, dove prenderà parte alla conferenza stampa istituzionale del 18 febbraio presso lo stand della Basilicata – quelle che un tempo erano nicchie che cercavano paesaggi incontaminati, ambiti naturali inconsueti, cultura, tradizioni, enogastronomia, agriturismi e tutto quanto ha da offrire la Basilicata, oggi sono diventate fette di mercato molto importanti. Molti – continua – chiedono ciò che la Basilicata ha da offrire e iniziative quali la Bit servono proprio a favorire quello che è un incontro naturale”.

È da queste premesse che quella che si vedrà in Bit sarà una Basilicata che va ‘in scena’, come in un autentico film-viaggio, a partire dal suo stand, gigantesca pellicola che srotolandosi avvolge il visitatore. Una Basilicata terra da scoprire, per esempio attraverso i luoghi e gli itinerari sulle orme del grande cinema che più di ogni altra cosa può diventare testimonial inequivocabile della grande bellezza paesaggistica e narrativa della regione, come d’altronde prova il gran numero di film che vi sono stati girati.

“C’è uno spot della Basilicata – sottolinea ancora De Filippo – che esprime molto bene come in Basilicata convivano più anime: paesaggi che sembrano del Medio Oriente, poli tecnologici da università Usa, una campagna che nulla ha da invidiare a quella di Umbria e Toscana, spiagge che sembrano caraibiche e tanto altro. La nostra regione, con i suoi duemila anni di storia, è un crocevia di culture, tradizioni, genti ed è pronta a offrire tutte queste sue peculiarità”.

Elementi che alla Bit si cercherà di far emergere il più possibile insieme alle molte novità che bollono in pentola che saranno presentate in conferenza stampa, come le tre grandi inaugurazioni che trasformeranno tre luoghi simbolo della regione in altrettante spettacolari mete turistiche fra alta tecnologia e nuove forme di produzione artistica. Senza dimenticare le risorse di sempre: natura, mare cristallino e spiagge-gioiello, città d’arte con Matera, Patrimonio Unesco, a far da capofila, sport ed esperienze adrenaliniche che è possibile sperimentare soltanto in Basilicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *