Il Consiglio Direttivo dell’Ente Parco Nazionale del Pollino ha approvato il bilancio di previsione del 2021

Il Consiglio Direttivo dell’Ente Parco Nazionale del Pollino ha approvato il bilancio di previsione del 2021. A giudizio del Presidente Pappaterra nel Bilancio 2021 sono appostate risorse per oltre 15 milioni di euro per interventi ed azioni che rafforzeranno a 360° l’attività dell’ente, dalla valorizzazione turistica alla fruizione ed al sostegno agli operatori economici, dalla tutela del patrimonio forestale e boschivo alla lotta agli incendi boschivi, sino al coinvolgimento delle guide e delle associazioni.
“Intendo ringraziare il Consiglio Direttivo uscente e la Comunità del Parco per le due prove di grande maturità istituzionale espresse nei giorni scorsi con l’approvazione del bilancio 2021 e le nomine dei rappresentanti in seno al nuovo Consiglio Direttivo che sarà quanto prima insediato dal Ministro dell’Ambiente. Due scelte che pongono l’Ente nelle migliori condizioni per andare avanti nella sua attività senza contraccolpi in attesa dell’insediamento della nuova governance”, si legge nella nota.
Grazie ai fondi messi a disposizione dalle Regioni Calabria e Basilicata, dal Ministero dell’Ambiente e fondi diretti, sarà messa in campo una poderosa stagione di interventi, con quasi 2 milioni per l’efficientamento di tutti i centri visita e le strutture di proprietà del parco, circa 3 milioni per la mobilità sostenibile attraverso l’acquisto di minibus e treni elettrici per l’accompagnamento dei turisti e per la realizzazione di Aree di Bike Sharing per salire in montagna con pedalata assistita, circa 2 milioni per la realizzazione di ciclovie e rete sentierististica in diversi territori del parco che andranno ad aggiungersi agli interventi già in corso lungo la ex SS 19 ed il Sentiero Italia, circa 2 milioni per la gestione forestale sostenibile ,quasi un milione e mezzo per il potenziamento del sistema di avvistamento del territorio attraverso telecamere per la lotta agli incendi boschivi , un milione per l’acquisto dei boschi di alta quota di proprietà Palombaro con annesso nel compendio del sentiero che conduce al Belvedere di Malvento meta obbligata di quasi tutti i visitatori del Pollino e dove il parco ha proposto al MATTM di realizzare anche un percorso per consentire ai soggetti portatori di handicap di poter accedere a questi meravigliosi luoghi. “Oltre a tutti questi investimenti la grande opera di quest’anno i cui lavori partiranno a primavera sarà la Ciclovia del Parco del Pollino, lungo il vecchio tracciato ferroviario da Morano a Campotenese nello splendido scenario circostante. Un’opera dal valore complessivo di tre milioni e mezzo di euro finanziata dalla Regione Calabria che andrà a congiungersi a quella già realizzata da Morano a Castrovillari e che si collegherà a quella di Mormanno in parte già realizzata sempre lungo l’asse ferroviario. Il progetto esecutivo lo annuncia con orgoglio il Presidente Pappaterra sarà presentato nei prossimi giorni a Castrovillari”, ha detto Pappaterra.
L’altro grande obiettivo del 2021 è la definitiva approvazione del Piano del Parco. “Siamo davvero alle battute finale, perchè sono scaduti i termini di pubblicazione, sono state raccolte alcune osservazioni che saranno subito valutate e successivamente sarà trasmesso alle regioni il piano che dovrà essere approvato dalle stesse in via definitiva. Dopo quasi trenta anni di attesa possiamo dire che il 2021, salvo sorprese, sarà l’anno della definitiva approvazione del principale strumento di pianificazione di tutte le attività che si possono svolgere nel territorio del parco in base alla legge quadro sulle aree protette n. 394/1991”, ha continuato Pappaterra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *