Il menù dei Carabinieri è made in Puglia

Il menù dei Carabinieri parlerà pugliese per i prossimi 4 anni. La ditta Ladisa spa di Bari, infatti, ha vinto la gara d’appalto per la ristorazione dei 78 reparti territoriali dei Carabinieri tra Puglia, Basilicata, Campania, Molise, Lazio, Abruzzo, Marche, Toscana, Luguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e Sardegna. Sei le aziende che hanno partecipato alla gara (quattro italiane e due multinazionali estere), ma la ditta Ladisa è stata premiata per l’offerta tecnica e per i requisiti di eco-sostenibilità dei cosiddetti ‘pasti a km 0’. Dei sei lotti complessivi in cui era suddiviso l’appalto, quindi, quattro sono stati assegnati con il massimo punteggio all’Associazione temporanea di imprese tra Ladisa S.p.a. e l’Alimentazione Mediterranea s.r.l. di Bari unitamente alla lombarda FMS Italia S.p.a, mentre gli altri due sono andati al Gruppo Elior

L’azienda barese, quindi, confezionerà poco più di 4 milioni e 200mila pasti l’anno. E, grazie al controllo di gestione e all’attenta politica profusa dall’azienda Ladisa sull’impatto ambientale, l’Arma dei Carabineri risparmierà circa 11 milioni di euro complessivi. Un risultato, questo, che premia l’azienda pugliese, che annovera oltre 1.500 dipendenti, divenuta leader nel settore della ristorazione collettiva, grazie ai suoi continui processi di innovazione tecnologica e sviluppo di nuovi segmenti produttivi, accreditandosi in diverse istituzioni pubbliche e private grazie ad un’esperienza consolidata negli anni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *