Il Pane di Matera IGP a Firenze

Giunti a quarantotto ore dall’inizio di “Taste-in viaggio con le diversità del gusto” il Consorzio di tutela del Pane di Matera IGP può già trattare un bilancio più che positivo della sua presenza alla kermesse fiorentina. Dopo un giorno e mezzo di rassegna, sono già centinaia i visitatori che hanno potuto scoprire ed apprezzare il Pane di Matera IGP: in moltissimi hanno apprezzato l’utilizzo esclusivo di semole rimacinate di grano duro, la pregevolezza della lievitazione legata all’utilizzo di lievito madre ottenuto dalla macerazione di frutta fresca in acqua, e la sua forma, considerata spettacolare da molti visitatori, che hanno ammirato delle forme di pane grande a cornetto da 5 chilogrammi! Per tutti il Pane di Matera IGP è stata una scoperta piacevolissima, ed i molti esperti del settore hanno voluto passare dallo spazio espositivo del Consorzio per poter apprezzare, di persona, la qualità del Pane.

Fra i visitatori di eccezione ci sono stati, fra gli altri, Oliviero Toscani, notissimo fotografo, Fulvio Pierangelini, fra i più rinomati chef del Belpaese e Giorgio Grai, uno dei grandi padri della viticoltura di qualità italiana. In un giorno e mezzo di manifestazione nel Taste-shop sono stati venduti due quintali di Pane di Matera IGP, a dimostrare che il pubblico di appassionati ed esperti che affolla Taste ha gradito ed apprezzato il prodotto di punta dell’agroalimentare materano.

Nella serata di sabato, poi, si è svolta la prima di due cene dedicate ai prodotti di qualità della Basilicata e della provincia di Matera in particolar modo, all’interno del programma di iniziative “Fuori di taste” riservato al meglio dei prodotti in esposizione. Il Consorzio, in collaborazione con il Ristorante Lucanerie di Matera, ha approntato un menù degustazione abilmente costruito dalla cuoca Enza Leone, che ha saputo farsi spettacolare interprete della cucina materana e del Ristorante Lucanerie, nel quale da oltre quindici anni, guida con maestria la cucina.

Il menù era così composto: rafanata della collina materana, polpette di Pane di Matera IGP, crostone di pane con crema di cicerchie, cavatelli con peperoni cruschi, cacioricotta lucano e mollica fritta, zuppa di fagioli con pezzente della montagna materana, cialledda fredda, per chiudere con una crema di pane con miele all’arancio, sfoglia di pane con miele di castagno ed insalatina di arance. Il tutto accompagnato dai vini del Consorzio Matera DOC, con primitivo, greco, sauvignon e passito, messo a disposizione dalle Cantine Battofarano, Iacovazzo e Masseria del Mezzano; i presenti hanno molto apprezzato i vini degustati, scoprendo un territorio gradevole non solo per il Pane ma anche per la qualità dei suoi vini. La serata è andata tutta esaurita, e neanche un posto era libero, nel ristorante SUD di Umberto Montano, noto ambasciatore della cucina lucana a Firenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *