Il Parlamento Europeo approva la nuova politica agricola comune

“Esprimo soddisfazione per l’approvazione da parte del Parlamento Europeo delle quattro risoluzioni sulla riforma della politica agricola comune. Il testo approvato non penalizza gli agricoltori pugliesi, che non subiranno una diminuzione netta dei pagamenti diretti come invece prevedeva la bozza del Commissario Dacian Ciolos”. Lo afferma da Strasburgo Sergio Silvestris, europarlamentare del Pdl a margine della seduta plenaria.

“Il testo definito dal Parlamento Europeo – spiega Silvestris – racchiude, sintetizza e amalgama i vari obiettivi dell’Unione Europea: promuovere un’agricoltura moderna e sostenibile, garantire ai consumatori fabbisogno e sicurezza alimentare, difendere e soprattutto salvaguardare gli interessi degli agricoltori. La nuova Pac, infatti, punta a essere efficace ed efficiente tramite un processo si semplificazione burocratica che creerà strumenti semplici: ad esempio, gli agricoltori potranno inviare domande multiannuali per i pagamenti diretti. Inoltre, le nuove tecnologie saranno utilizzate al massimo, attraverso un sistema rapido di allerta per avvisare l’agricoltore delle sanzioni non gravi a cui va incontro. Il principio, per la prima volta espresso dalla riforma, è che esiste una differenza sostanziale tra le frodi e le inadempienze, un grande passo in avanti per tutti gli agricoltori onesti. Infine, aiuti particolari saranno destinati ai giovani agricoltori e alle piccole e medie imprese agricole”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *