I prodotti da forno di Basilicata approdano in Palestina

Un gemellagio di cultura e tipicità tra la Basilicata e la Palestina . Il prodotto da forno made in Basilicata approda a Betlemme. I panificatori lucani  in Palestina per rilanciare la filiera del grano duro all’estero. Una delegazione  di  aziende di panificazione della provincia di Matera e di Potenza  hanno scelto un vecchio forno salesiano di Betlemme (letteralmente “città del pane”) per programmare rapporti commerciali  e promuovere il grano duro della Basilicata. Il grano duro utilizzato dai forni palestinesi proviene infatti quasi tutto dal Canada o dagli Stati Uniti, viene sbarcato nel porto israeliano di Haifa e da lì trasportato ad Hebron in Palestina e a Betlemme.

 

Attraverso l’accordo – concluso dai panificatori di Basilicata, Antonio Centonze e Carlo Guidotti di Miglionico  e Nunzia Larocca di  San Costantino Albanese con i Padri Salesiani che a Betlemme, aprirono nel 1863 il primo forno pubblico e negli anni successivi hanno fondato anche una scuola professionale per maestri panettieri , si punta con entusiasmo  all’avvio di rapporti commerciali  con la Palestina, utili ad incrementare l’ export dei prodotti della panetteria che nel 2012, ha raggiunto quasi 4 milioni di euro.  I panificatori lucani  dopo aver donato ai palestinesi la semola di grano duro di Basilicata, hanno insegnato ai colleghi , palestinesi  ad usare il lievito madre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *