Il progetto ‘Ecoo Tour 2016 Bretagna-Basilicata’ fa tappa a Grassano

Grassano ospiterà il prossimo 28 agosto una tappa  del  progetto ‘Écoo Tour 2016: Bretagna-Basilicata’. Diciotto i partecipanti tra italiani e francesi,  sui problemi legati alla tematica dello sviluppo sostenibile nell’ambiente rurale, nell’ambito di un scambio europeo progetto Erasmus plus.  I ragazzi  potranno interrogarsi e lavorare su tali importanti problematiche di sviluppo sostenibile. Attraverso la costituzione di un gruppo binazionale (italiano-francese), è previsto uno scambio  di due settimane in viaggio con la bici   prima in Bretagna: Dinan, St-Méen, Paimpont, Guer, Guipry, Rennes, Hédé-Bazouges; e poi in Basilicata: Matera, Miglionico, Grottole, Grassano e  Irsina.
Ad accompagnare nel centro della collina materana,  Cyril Hoccry Lescarmure e Simon Guieu, responsabili del progetto della Écoo: écologie, économie, coopération, Michele Incampo come referente e sostenitore  della tappa di Grassano per meglio pianificare nel dettaglialo la giornata del 28 agosto. Ad accoglierli il sindaco del comune di Grassano e la Giunta. “Siamo ben lieti di poter dare il nostro sostegno  a questo tipo di iniziativa -ha spiegato il sindaco Francesco Sanseverino – perché riteniamo che un turismo tematico culturale ha un valore aggiunto rispetto ad un turismo di passaggio. Il programma così come ci è stato presentato dagli organizzatori, che prevede attività di incontri e di scoperta delle iniziative e degli attori dei territori, attività di laboratori, di lavoro collettivo e workshop, ci  è sembrato  molto interessante. Grassano, se pur tra le tante difficoltà gestionali,  offre comunque un ricco patrimonio culturale partendo da Palazzo Materi e le sue stanze del primo piano oltre che  il presepe permanente del Maestro Franco Artese, continuando con la Locanda Prisco gestita dall’associazione Crassanum sui passi del famoso scrittore Carlo Levi, ma anche il bellissimo paesaggio che offre la zona Cinti di Grassano”.
I due ragazzi sono rimasti contenti dell’accoglienza ricevuta,” è raro”, hanno spiegato trovare un sindaco, semplici cittadini che senza conoscerti ti accolgono e con gentilezza ti ospitano, ti ascoltano e soprattutto ti offrono con il cuore quello che possono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *