Il sito dell’ex stabilimento Liquichimica sarà bonificato

Il sito industriale dell’ex Liquichimica, a Ferrandina, sarà bonificato e gli immobili dello stabilimento ristrutturati. E’ questo uno degli effetti dell’approvazione da parte della Giunta regionale degli accordi di programma quadro tra Regione e Consorzi industriali di Matera e Potenza. Quattro gli interventi finanziati nel territorio materano per un importo complessivo di 8 milioni di euro, tutti nell’area produttiva della Valbasento.

In particolare saranno riqualificati e adeguati alle norme vigenti gli impianti di pubblica illuminazione stradale e realizzata la rete di distribuzione del gas metano a servizio dell’agglomerato industriale di Ferrandina (importo complessivo 1,5 milioni euro), saranno realizzate le cabine primarie di trasformazione e distribuzione nell’area di Pisticci scalo (5 milioni di euro).

Per il sito Liquichimica invece lo schema di accordo prevede la caratterizzazione ambientale, la bonifica e la ristrutturazione degli immobili con un finanziamento di 1,5 milioni di euro. “Si tratta – sottolinea il Commissario del Consorzio per lo sviluppo industriale della provincia di Matera, Gaetano Santarsia – del primo intervento di questo tipo eseguito dal Csi e consentirà di rivitalizzare un’area di circa 20 ettari per nuovi insediamenti produttivi e per l’ampliamento del limitrofo centro intermodale. L’insediamento è inserito all’interno del perimetro dichiarato dal Ministero dell’Ambiente ‘sito di interesse nazionale’ che presenta criticità ambientali e immobili non utilizzabili”.

Nel ribadire che: “L’ accordo di programma quadro rappresenta un atto forte per il rilancio della Valbasento”, Santarsia evidenzia che: “Gli interventi previsti, insieme alle azioni politiche che la Regione sta mettendo in campo attraverso gli incentivi del Bando Valbasento, permetteranno di rendere l’area appetibile per nuovi investimenti. Per tornare ad essere competitiva, la Valbasento ha bisogno di essere ammodernata a partire dalle infrastrutture di base che sono in molti casi obsolete. E’ questo un compito storico affidato ai Consorzi industriali che la Regione sta riformando senza negarne la funzione strategica né sottraendo loro competenze e efficienza”.

Nei prossimi giorni il Commissario del Csi di Matera si recherà a Potenza per la firma dell’accordo di programma quadro con la Regione. Gli interventi saranno finanziati con le risorse del Fesr 2007-2013 (Fondo europeo di sviluppo regionale) Asse III.1.1.A, previsto per le azioni mirate alla competitività produttiva attraverso il completamento di aree industriali e artigianali già esistenti.

Gaetano Santarsia – Commissario Consorzio Sviluppo Industriale Provincia di Matera

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *