Il sound dei Bandita per la prima del Re-set

BanditaPer la prima serata del nuovo club di Bari, il Re-set, che si terrà venerdì 25 ottobre, si esibiranno i musicisti dell’orchestra di percussioni Bandita – Officine del suono, band che ha le sue origini nell’omonima associazione culturale. Al corpo principale, composto di venti elementi, si affiancheranno anche il chitarrista, Gianni Quadrelli e la cantante Graziana Campanella, tutti diretti da Paolo Scotto.

“Bandita è un’associazione culturale innanzitutto – ha spiegato Gianni Quadrelli, chitarrista del gruppo – nata nel 2007, come orchestra di percussioni, sullo stile della ‘bateria’ brasiliana, un’istituzione nel Brasile, perché è il gruppo musicale che segue i carri nei carnevali. Gli strumenti sono tutti tipici di quell’area, che noi facciamo arrivare direttamente dal Sud America, come il surdo, il tamburi, il birimbau e il repiniqhe”.

Il gruppo, che per sua natura si definisce una band di strada, suonerà musica di matrice brasiliana, proponendo brani del genere samba, funky e reggae, anche con contaminazioni di musica folkloristica italiana, come la pizzica.

“Al Re-set, i ritmisti eseguiranno una mini parata, all’interno del locale, visto che lo spazio lo permette. Faranno come se fossero in un paese e passeranno in mezzo alla gente. Inizieremo presto e finiremo entro mezzanotte. Questo perché con il locale pieno ci sarebbero difficoltà nello svolgimento dello spettacolo. Le percussioni si disporranno o a raggio o su due file. Poi avanti ci saremo io e Graziana, oltre al direttore. Brano per brano spiegheremo cosa stiamo facendo, il perché di un pezzo. Presenteremo il berimbau, il pandeiro, un altro strumento tipico del samba e altri ancora. Ma la nostra esibizione non è solo Brasile, perché suoniamo anche brani di Prince, o pezzi italiani, come ‘La banda’ di Mina, che noi chiamiamo la bandita o anche ‘La voglia la pazzia’ di Ornella Vanoni”.

Quadrelli, unico elemento armonico all’interno di questa orchestra è da molti anni impegnato in progetti socio-culturali in Brasile. La sua partecipazione all’interno dell’associazione Bandita è importante anche oltre all’aspetto principalmente musicale.

“Hanno chiamato me, oltre che per la conoscenza del repertorio brasiliano anche perché essendo un’associazione culturale, il fattore pregnante della cultura brasiliana è fondamentale. Non si suona solo per fare una cover, ma perché molto spesso il Samba racconta ciò che avviene in Brasile. Io ho avuto diverse esperienze in terra carioca, ho lavorato fisicamente in vari progetti nelle favelas e conoscere ciò che si suona è molto importante. Per un progetto che è in primis un’associazione culturale, è indispensabile avere una connotazione diversa, rispetto a un progetto musicale”. Al termine dell’esibizione ci saranno le selezioni musicali di Dario D’Ambrosio e Gianluca De Girolamo, alle quali seguirà la performance del dj Lillo.

Re-set – Via Pietro Coletta 12 – Bari

Infoline: 3339080900

Apertura: 22:00

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *