Il Sud e il Brasile si sono incrociati a Metaponto Beach Festival 2013

metaponto beach festival Su un coro eterogeneo ed affiatato, quello della IX Meridional Reggae Reunion, si è chiuso il sipario del Metaponto Beach Festival 2013 che, dal 17 al 19 agosto, ha messo in scena, tra le mura del castello Torremare di Metaponto, il Sud della musica che aggrega, della comicità sincera, dell’allegra danza, dell’arte che diverte ed educa, e dell’accoglienza indiscussa. Si è aggiunto, così, un nuovo capitolo alla storia del maniero lucano, splendido contenitore culturale che, senza opporre resistenza, ha subìto, durante la tre giorni, le incursioni di circa 40 artisti e più di 4000 spettatori provenienti da tutta Italia. Reggae singer e cabarettisti partiti dalle regioni limitrofe si sono dati appuntamento a pochi chilometri dal mare, nel centro di gravità del turismo balneare in Basilicata, per condividere il loro bagaglio di vitalità con il pubblico festivaliero.

I cancelli dell’antico edificio si sono aperti anche ad un sorridente esercito di danzatrici, musicisti, cantanti e writer giunti da un Sud lontano geograficamente ma così vicino culturalmente, quel Brasile che, in attesa dei Mondiali di calcio, invia in giro per il mondo allegri e colorati messaggeri carioca. Il festival itinerante Espirito Mundo, nella sua edizione lucana Brasilicata Tour, ha regalato il passaporto al Metaponto Beach Festival che, nella nuova veste internazionale, si prepara a festeggiare, nel 2014, il decimo compleanno. Gli stravaganti e luccicanti componenti della Banda Dona Juana di Rio de Janeiro hanno diviso il palco della prima giornata con i Folkabbestia, la formazione pugliese che non ha disilluso le attese, trasmettendo al pubblico del sabato sera la sua “energia alternativa e sostenibile”.

Le sinuose e divertenti ballerine carioca della compagnia di danza Cia Soma hanno aperto e chiuso la programmazione domenicale dedicata ai comici emergenti. La prima edizione del Festival di cabaret “Un mare di risate”, diretto e presentato dal bernaldese Dino Paradiso, ha visto salire sul podio la Puglia: gli Scemifreddi di Lecce hanno conquistato la giuria tecnica composta da Mingo De Pasquale, Tommy Di Bari Mauro Pulpito, Giovanni Tagliente, Claudio Calì, e Vito Marvulli, mentre il pubblico ha voluto premiare i baresi Herpes. Il portoghese della band Cidade do Reggae e del writer/rapper Fikore ha scritto una pagina della terza e ultima serata del Metaponto Beach Festival durante la quale, in 5 ore ininterrotte di musica in levare, si sono passati il testimone più di 20 interpreti italiani della musica giamaicana, con in testa Mama Marjas, ‘O Zulù e Francesco Di Bella. La staffetta reggae ha visto la partecipazione di Nico Mudù, Papa Ricky, Fido Guido, Moddi, Julia Kee, Papa Buju e Spaddin dalla Puglia, Huru Man, Tonico, Stik B e Funky Pushertz dalla Campania, Lorrè Shakalab, Jahmento e Jaka dalla Sicilia e i padroni di casa Manuel & Big Simon, tutti accompagnati dalla Krikka Reggae.

Numerosissimi anche i bambini che, tra sabato e domenica, hanno partecipato ai laboratori di arte pomeridiani per approdare, piccoli ma curiosi, alla dimensione teatrale. Lo spettacolo “Pinocchio bambino cresciuto burattino” – regia di Andrea Santantonio -
messo in scena nella prima serata di lunedì, con la partecipazione di Nadia Casamassima e Dino Paradiso, ha riscritto un evergreen della letteratura per l’infanzia, proponendo un Pinocchio diverso, nato bambino e circondato da burattini che tentano di farlo diventare un manufatto di legno. Il capovolgimento di prospettive è anche il marchio di fabbrica del Metaponto Beach Festival che ogni anno riesce a coinvolgere un pubblico di tutte le età, trasformando un angolo di Basilicata nel regno del confronto e delle proposte, in cui la calda informalità del contesto e la qualità della proposta culturale riescono a sedere sullo stesso trono. La soddisfazione degli organizzatori non dimentica di sottolineare la scarsa capacità di ascolto dei decision maker pubblici. A rilevarlo è Manuel Tataranno, dell’associazione Krikka, che dal palco di Metaponto, ha lanciato un appello: “Abbiamo davanti a noi due momenti importanti legati alla nostra collaborazione con Espirito Mundo. A novembre, una delegazione di artisti lucani avrà l’opportunità di partecipare al Festival brasiliano che si terrà nella città di Vitoria, mentre per il 2014, c’è la possibilità di creare una vetrina lucana nel Paese carioca, in occasione della Coppa del Mondo. Un’occasione da non perdere, che noi abbiamo contribuito a costruire; speriamo, a questo punto, che le istituzioni lucane si impegnino affinché ciò possa accadere”.

La IX edizione del Metaponto Beach Festival è stata realizzata dalle associazioni Krikka e Laboratori Culturali di Bernalda, e dall’associazione Multietnica di Potenza, con il patrocinio del Comune di Bernalda e della Provincia di Matera e il sostegno del Piot Metapontino Basso Sinni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *