Ilva: incontro azienda-sindacati, pagamento stipendi l’11 gennaio

Verranno pagati con un giorno di anticipo rispetto al solito, l’11 gennaio anzichè il 12, gli stipendi dei lavoratori dello stabilimento siderurgico Ilva di Taranto. E’ quanto si apprende dal segretario territoriale della Fim-Cisl, Mimmo Panarelli che ha partecipato, insieme ai rappresentanti degli altri sindacati, ieri pomeriggio, a un incontro con il responsabile delle relazioni istituzionali del gruppo Riva Giancarlo Quaranta e al responsabile del personale del siderurgico Enrico Martino, dopo le preoccupazioni espresse nei giorni scorsi proprio sul paventato ritardo del pagamento degli emolumenti.

“Questo problema è superato”, spiega Panarelli. Durante la riunione si è discusso della questione dei 2.400 lavoratori della fabbrica che in questo momento sono in cassa integrazione, un migliaio dei quali a causa del blocco dei prodotti finiti, circa 130 a causa della violenta tromba d’aria che il 28 novembre ha colpito l’azienda e il resto per problemi di crisi congiunturale del settore dell’acciaio che dura dal 2008. “Siamo preoccupati del fermo dei prodotti finiti”, aggiunge. Si tratta di un milione e 700 mila tonnellate di acciaio ferme in parte nei capannoni e in parte all’aperto. Oggi il Tribunale del Riesame si è riservato una decisione sulla richiesta di dissequestro avanzata dall’azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *