Imbrattata la parete interna della Cattedrale di Foggia

La Cattedrale di Foggia torna ad essere vittima della stupidità umana. Un’altra frase, sconnessa, campeggia da ieri su una parete interna del duomo cittadino: ‘Restauratore Monsignore Farina pace Amen’. Due diverse scritte, con due penne diverse (una nera, l’altra blu) risaltano su una parete bianca della navata centrale, dove poggiava una struttura in legno, successivamente rimossa per i lavori di restauro. Resta ancora misterioso il motivo che ha spinto l’autore della scritta a recarsi sino in Cattedrale e imbrattare la parete con questa frase: forse annoiato dalla routine quotidiana? Per finire sulle prime pagine dei giornali? Sta di fatto che, indipendentemente dalla motivazione, è un gesto squallido, incivile, irrispettoso verso un luogo religioso.

Stamane il direttore che ha seguito il lavoro di restauro del Duomo, l’assessore Pippo Cavaliere, ha effettuato un sopralluogo per capire l’entità del danno (fortunatamente, non grave). Ma da quando è stata riaperta (ottobre 2012), dopo 7 lunghi anni, la Cattedrale foggiana è già stata presa di mira un paio di volte.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *