In Puglia treni più sicuri

Treni più sicuri grazie al protocollo d’intesa tra Regione Puglia e Trenitalia che permetterà agli agenti ed operatori delle forze dell’ordine che viaggiano sui treni regionali pugliesi di essere riconoscibili e a disposizione del personale di bordo pronti ad intervenire su esplicita richiesta o in caso di bisogno.
«La sicurezza dei passeggeri e la tutela dei beni pubblici rispetto ai ripetuti danni del vandalismo sui treni saranno rafforzate da questa misura con la quale si scambia la gratuità con un servizio di prevenzione». Presenta così l’assessore regionale alla mobilità Guglielmo Minervini il protocollo firmato questa mattina nella sede dell’Arem con il direttore regionale di Trenitalia Danilo Antolini.
L’accordo entrerà in vigore dal 1 gennaio 2011 e coinvolge agenti di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Guardia Forestale, Polizia Penitenziaria, Vigili del Fuoco, Capitanerie di Porto e Guardie Giurate della Regione Puglia.

Per viaggiare gratis gli agenti delle forze dell’ordine, preventivamente accreditati presso Trenitalia, dichiareranno al capotreno la loro presenza e ubicazione a bordo e verranno dotati di un badge di riconoscimento che applicheranno sul proprio abito civile, se in borghese, o mostreranno a richiesta, se in divisa.
«Grazie alla riconoscibilità delle forze dell’ordine presenti sui treni -spiega Minervini – sarà possibile sviluppare una funzione preventiva piuttosto che repressiva. E’ una intelligente forma di prevenzione dal vandalismo e un fattore di tranquillità per i passeggeri. Con questa iniziativa insomma rendiamo più diffuso e capillare il servizio di sicurezza sul trasporto pubblico locale».
Questa attività è naturalmente di supporto ai compiti del capo treno e alla normale attività di Protezione Aziendale del Gruppo FS, condotta in stretta e continua collaborazione con le Forze dell’Ordine, e si inquadra in un contesto di analoghe iniziative intraprese da Trenitalia anche in altre Regioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *