Inaugurata la nuova Neonatologia del Policlinico di Bari

Tecnologia all’avanguardia, uno spazio triplicato rispetto alla precedente sede, con la possibilità di accogliere un numero maggiore di pazienti e di affrontare al meglio la complessità delle condizioni cliniche. Si presenta così la nuova Neonatologia e Terapia intensiva neonatale del Policlinico di Bari. Il reparto è stato inaugurato oggi presso la Clinica Ostetrica, alla presenza del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola. “Una struttura di livello europeo, tra le più attrezzate, moderne ed evolute d’Italia. – ha detto il presidente pugliese – Una struttura di qualità, una risposta al servizio della Puglia e del Sud. Il Policlinico, in questi anni, è stato forse il più grande cantiere aperto del Mezzogiorno d’Italia, e si conferma come ospedale di eccellenza, luogo di ricerca, luogo della didattica. E oggi per i più piccoli, per i più indifesi, per i neonati con problemi di patologia, qui nasce un punto di riferimento assoluto”.
Nella nuova struttura, grazie a tecnologie d’avanguardia, nuovi spazi e nuovi modelli organizzativi, l’equipe diretta dal professore Nicola Laforgia potrà affrontare tutte le nuove sfide che una crescente richiesta di cure neonatali pone in maniera sempre più pressante. “Il Policlinico è un punto di riferimento per l’intera regione, e vogliamo poter dare una risposta ad ogni richiesta di assistenza, interna ed esterna all’ospedale. – ha detto il direttore generale del Policlinico, Vitangelo Dattoli – Per questo abbiamo strutturato un sistema complesso nel quale convergono alte specialità di Cardiologia, Cardiochirurgia, Chirurgia Pediatrica, Neurologia, malattie del metabolismo. Il nostro obiettivo è definito in maniera molto chiara; non vogliamo negare il ricovero a nessun neonato bisognoso di cure, vogliamo soddisfare al livello più alto ogni richiesta d’aiuto e in particolare quelle più difficili e complesse, come un Ospedale di eccellenza è chiamato a fare”, ha chiosato Dattoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *