Inaugurato ufficialmente il 1° Expo Gran Salento

Un’esibizione esclusiva per il Sud Italia della FMX International, specializzata in spettacoli freestyle motocross e motocross acrobatico, con eventi mozzafiato per il migliaio circa di spettatori francavillesi presenti, come l’atterraggio artificiale più grande d’Europa, ha prima preceduto e poi ha fatto seguito, giovedì scorso, all’inaugurazione, presso il polo fieristico, della campionaria 1° Expo Gran Salento curata dalla Società Le Pagode eventi. Sono intervenuti alla cerimonia ufficiale, nella Sala Convegni, il Prof. Donato De Carolis, Commissario straordinario dell’Ente Autonomo Fiera dell’Ascensione ed il Segretario generale Dott. Francesco Fullone, la Dott.ssa Morena Guarneri, General manager della Società Le Pagode eventi, il Dott. Vincenzo Della Corte, Sindaco di Francavilla Fontana, Emanuele Sternativo, Presidente CNA Brindisi, in rappresentanza della Camera di Commercio, l’Assessore Prof. Maurizio Bruno, per la Provincia di Brindisi, l’ On. Luigi Vitali (Pdl) il Sen. Salvatore Tomaselli (Pd).

L’intervento conclusivo è stato dell’Avv. Fabiano Amati, Assessore ai Lavori Pubblici e Protezione Civile della Regione Puglia. Ha coordinato Massimo Caliandro, giornalista, Ufficio Stampa Le Pagode eventi. Tutti gli intervenuti hanno preso atto ma anche incoraggiato “la scommessa lungimirante dell’Ente fieristico” ribadita dal Commissario Prof. Donato De Carolis che sino a fine 2014 ha “instaurato un rapporto di collaborazione manageriale con Le Pagode eventi”.

“Una scelta non scontata la nostra, in un periodo di crisi generale del Paese e in particolare del sistema fieristico non solo pugliese” ha sottolineato De Carolis “ma ci siamo affidati a dei professionisti del settore con cui riteniamo di poter fare ancora molta strada a condizione, però, che le Istituzioni e la politica siano anch’esse parte attiva e propositiva di un percorso programmatico che non può che risultare condiviso”. Sulla stessa linea l’intervento del Sindaco di Francavilla Fontana, il Dott. Vincenzo Della Corte, il quale si è fatto interprete di un sentire comune dei concittadini i quali “dopo lunghi anni di attesa oggi sembrano quasi increduli che oggi la Fiera sia rinata ma è anche diffusa la speranza che ciò possa proseguire arricchendo e diversificandone le attività e soprattutto ottimizzando l’uso del polo fieristico, che sia quello attuale o, nei prossimi anni, quello nuovo previsto dal Piano urbanistico generale della città”.

Sul lungo passato fieristico francavillese si è soffermato il Dott. Francesco Fullone che ha anche ripercorso “l’opera meritoria dei presidenti dell’Ente succedutisi negli anni i quali, pur operando con scarsità di risorse finanziarie, hanno dato lustro ad una tradizione radicata nel tempo”. La Dott.ssa Morena Guarneri ha assicurato che “noi interpretiamo il comune sentire di tanti che, finalmente, guardano ad un futuro di questo polo fieristico improntato alla speranza di un successo sempre crescente, da consegnare alle generazioni che seguiranno. Il nostro auspicio ed il nostro impegno sarà che anche Le Pagode eventi continuino ad essere parte attiva di questo successo che sarà il successo di tutti.” Il Prof. Maurizio Bruno intervenendo ha osservato che “la Fiera, intesa qui come Ente, deve essere soggetto attivo nel territorio, sulle questioni economiche e di mercato, non solo partecipando ma divenendo luogo di aggregazione intorno a questi problemi” e per Emanuele Sternativo “la Fiera può e deve costituire volano di promozione delle imprese e del territorio”.

Gli interventi dei parlamentari Sen. Salvatore Tomaselli e On. Luigi Vitali sono stati di incoraggiamento a proseguire nell’azione di rilancio della fiera francavillese e di auspicio che una riflessione più approfondita ed a più ampio raggio sul sistema fieristico regionale consenta di pianificare strategie condivise di lungo periodo, a partire come ha annotato Vitali dalla fine del commissariamento dell’Ente. L’Assessore regionale Avv. Fabiano Amati ha osservato che “la Fiera di Francavilla Fontana ci dà la sveglia e ci interpella tutti” e si è chiesto “siamo in grado di dire che possiamo farcela, in quest’area pugliese che abbraccerà territori nuovi, a rilanciare un settore che deve sempre più caratterizzare il suo ruolo educativo pubblico quando riesce a mettere in vetrina nuove merci e nuove idee?” L’ottima riuscita del “1° Expo Gran Salento curato dalla Società specializzata Le Pagode eventi” è stata la conclusione di Amati “autorizza tutti a guardare con fiducia ad un settore importante dell’economia pugliese e nazionale che, pur con tutte le difficoltà presenti, ha un futuro che sarebbe da irresponsabili non favorire”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *