Incidenti a Bari sulla statale tra immigrati

Il gip del Tribunale di Bari, Alessandra Piliego, ha accolto l’istanza del difensore d’ufficio, Mauro Grattagliano, di sostituzione della misura cautelare con obbligo di dimora ne centro di accoglienza ‘Cara’ di Bari. Lasciano, così, il carcere di Bari 11 dei 28 extracomunitari arrestati lo scorso 1 agosto, a seguito degli scontri provocati da alcuni ospiti del ‘Cara’ di Bari-Palese. Gli extracomunitari che lasciano il carcere sono tutti asiatici che, stando alla tesi della difesa accolta dal giudice con parere favorevole della procura, avrebbero avuto un ruolo marginale rispetto ai detenuti africani. Le accuse per i 28 immigrati sono, a vario titolo, di violenza e resistenza a pubblico ufficiale con uso di armi improprie come spranghe di ferro e sassi, minacce, interruzione di pubblico servizio per il blocco della statale 16 e dei binari ferroviari, violenza privata, lesioni personali aggravate, danneggiamento di auto e mezzi pubblici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *