Incontro con assessore al Traffico e alla mobilità del Comune di Matera: Occorre colmare i ritardi e rispondere alle esigenze ordinarie e straordinarie della città

Si è tenuto presso l’assessorato al Traffico e alla mobilità del Comune di Matera un incontro con i sindacati per affrontare le delicate problematiche relative all’organizzazione del Piano urbano del traffico e del Piano urbano della mobilità e servizi.

L’incontro, richiesto dalle organizzazioni confederali generali e di categoria, ha permesso all’assessore al ramo Angelo Montemurro di aggiornare sugli interventi finalizzati alla realizzazione di un piano articolato e organico rispondente sia alle esigenze dei cittadini residenti sia ai turisti che ormai numerosi soggiornano in città.

Le organizzazioni sindacali, pur apprezzando l’impegno profuso dall’assessore alla Mobilità e Trasporti del Comune di Matera, hanno fatto presente la necessità di mettere in campo iniziative organiche e plurime che possano strutturalmente colmare i ritardi accumulatisi in questi anni e rispondere adeguatamente alle complesse esigenze ordinarie e straordinarie di una città turistica qual è Matera.

In primo luogo, è stata preso in considerazione la situazione relativa ai collegamenti esterni e in particolare quello con l’aeroporto di Bari Palese – per il quale sono previste ulteriori 12 navette – e con la stazione di Ferrandina. L’amministrazione comunale si è impegnata a dare continuità al servizio anche nell’anno 2020,  grazie a un finanziamento governativo di 900.000 euro rivenienti dalla legge 205/2017, assegnati al Comune di Matera e trasferiti all’amministrazione provinciale.

Per l’anno 2019 saranno utilizzati solo 500.000 euro, mentre la restante parte (400.000 euro) nell’anno 2020.

Per quanto riguarda il trasporto urbano, l’assessore ha precisato che la rimodulazione di alcune linee urbane ha permesso di contenere il costo complessivo per il 2019 permettendo la programmazione del servizio anche nel 2020. In particolare l’impegno di spesa per il 2018 è stato di 70.000 euro, per il 2019 sarà pari a 616.000 euro e 450.000 per il 2020.

Il servizio, organizzato nel rispetto delle direttive e norme, prevede la percorrenza di 1 milione e 216 mila km  per il 2019 e di 1 milione e 800 mila nel 2020 e permetterà di usufruire delle premialità previste dal Ministero che saranno utilizzate per l’attivazione di 3 nuove corse nei quartieri di Giada e Quadrifoglio.

Al fine di disincentivare l’uso dell’auto privata e permettere un decongestionamento del traffico urbano, soprattutto in prossimità del centro storico e delle direttrici stradali più importanti (via Lucana, via Nazionale, via Annunziatella e via Dante), l’utilizzo gratuito del servizio trasporti urbani della Miccolis è stato associato al passaporto Matera – Basilicata 2019 e contestualmente è stata attivato il progetto sperimentale per il noleggio e acquisto con incentivo delle biciclette elettriche e con la predisposizione delle rastrelliere da predisporre in prossimità dei parcheggi. 

L’amministrazione comunale intende sostenere e incrementare l’uso alternativo delle biciclette elettriche attraverso il recepimento di ulteriori fondi specifici.

Alla luce di ciò, condividiamo e sollecitiamo l’urgenza di affidare il PUMS (Piano urbano della mobilità e dei servizi) e il PUT (Piano urbano dei trasporti) a un esperto del settore che possa elaborare un  sistema organico dei trasporti e della mobilità basato su principi ed elementi oggettivi e scientifici, oltre agli obiettivi e alle necessità del territorio comunale.

Un sistema organico che integri la mobilità e i trasporti su gomma e su rotaie e tenga conto della caratteristiche e criticità planimetriche della città.

Inoltre, le organizzazioni sindacali chiedono di riprendere in considerazione il completamento della circonvallazione che eviti la confluenza obbligatoria di tutto il traffico cittadino intorno alla rotatoria di via Aldo Moro, Cappelluti, viale Europa, via delle Nazioni Unite e via Timmari.

In attesa del sistema organico della mobilità e trasporti, le organizzazioni sindacali chiedono all’assessore di intervenire per il miglioramento del traffico urbano attraverso la ridefinizione di segnaletica e di adeguamento di incroci che possono facilitare il traffico; la definizione della convenzione tra amministrazione comunale e Fal per l’utilizzo del parcheggio di Serra Rifusa e l’introduzione di corse ferroviarie  metropolitane; l’introduzione di corse FAL su gomma e rotaie nei giorni festivi che colleghi la stazione ferroviaria di Bari con Matera; la riduzione dei tempi di percorrenza dei treni FAL tra Bari e Matera. 

Infine, le OO.SS. hanno richiesto e ottenuto l’impegno da parte dell’Assessore Montemurro ad istituzione l’OSSERVATORIO PERMANENTE sulla MOBILITA’ e TRASPORTI URBANI del Comune di Matera.  Uno strumento utile per favorire  la gestione, il monitoraggio e la programmazione della mobilità pubblica e privata su tutto il territorio comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *