Incontro UGL-Provincia di Matera per la questione del mobile imbottito

“Auspichiamo che l’Accordo di Programma per l’area murgiana venga sottoscritto al più presto”. Lo dichiarano in una nota il segretario generale dell’UGL Basilicata ed il componente della confederazione lucana, Giuseppe Giordano, al termine dell’incontro svoltosi presso la Provincia di Matera alla presenza del governatore provinciale, dott. Franco Stella ed all’Assessore alle Attività Produttive, Angelo Garbellano. “L’UGL – dichiarano i segretari – hanno fortemente sostenuto che ‘da oltre sette anni il territorio si trova ad affrontare una crisi economica senza precedenti, in particolare nel settore del mobile imbottito, ed è necessario dare sostegno ai circa sette mila operai che in questo momento si trovano in cassa integrazione straordinaria o in mobilità ed attendo delle risposte concrete. Tutt’ora la Regione Puglia e la Regione Basilicata non hanno ancora individuato quali siano le aree di crisi su cui intervenire e le risorse da stanziare. Forte è l’auspicio UGL – continuano Tancredi e Giordano – che nei prossimi incontri che si svolgeranno, entrambe le istituzioni rendano note le loro intenzioni e che il 29 luglio, al tavolo istituzionale con le parti sociali, si arrivi finalmente alla firma dell’accordo di programma, perché i lavoratori e le famiglie del territorio non ce la fanno più a sopportare il peso di questa crisi. Totale e netta condivisione all’UGL dell’Ente di via Ridola nell’augurare che l’incontro abbia un esito positivo e che si arrivi al più presto alla firma dell’Accordo di Programma, uno strumento di programmazione industriale indispensabile che può ridare speranza alle migliaia di lavoratori e alle tante imprese travolti dalla crisi del mobile imbottito e della stessa azienda Natuzzi – hanno affermato Stella e Garbellano. Il tavolo tecnico, al quale si sono confrontati l’UGL e la Provincia di Matera, si è trattato di una riunione prettamente interlocutoria servita a fissare negli altri incontri per Ministero dello Sviluppo economico, un percorso unitario con tutte le altre oo.ss. per sciogliere gli ultimi nodi procedurali riguardanti l’ipotesi di accordo di programma del mobile imbottito previsto per il 29 al Ministero dove sono convocate le parti sociali. A parere dell’UGL – affermano i sindacalisti, – è evidente la dimostrazione che il Ministero non è ancora in grado di mettere in campo vere e proprie politiche industriali, mentre la Provincia di Matera e l’o.s., diretta dal S.G. UGL, Giovanni Centrella, sono pronti da subito a sottoscrivere il testo elaborato con le parti sociali e disposti a sostenere l’accordo con 20 milioni di euro. Certamente è anche da ben valutare positivamente che anche la Regione Basilicata è pronta a contribuire con bandi per 62 milioni di euro mentre è già operativo un fondo di garanzia di 35 milioni di euro. Accogliamo positivamente l’impegno del Presidente Stella e dell’assessore Garbellano che si faranno garanti, per la firma degli accordi, in sede di rinnovo della cassa integrazione straordinaria. Inoltre, l’UGL – concludono Tancredi e Giordano – ha invitato ad individuare le aree di intervento e le risorse da impegnare. È necessario che anche il Governo faccia la sua parte, che tutte le parti istituzionali coinvolte, senza distinzione e schieramenti siano impegnate nel raggiungimento di un obiettivo comune e l’UGL Basilicata rimane sempre convinta delle reali possibilità di rilancio del nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *