Indagine dei Carabinieri sulla compravendita di voti per le elezioni amministrative di Triggiano

Voti comprati per 50 euro grazie ai quali è sarebbe stato rieletto il sindaco di Triggiano, Antonio Donatelli. I Carabinieri stanno eseguendo numerosi perquisizioni su mandato della Procura della Repubblica, e tra i perquisiti c’è anche il sindaco Donatelli, assieme ai consiglieri Angela Napoletano, Antonio Fortunato e Alessandro Cataldo.
Quest’ultimo, marito dell’assessora regionale ai trasporti Anna Maurodinoia (non coinvolta dalle indagini), sarebbe ritenuto dagli inquirenti l’organizzatore dei sistema di compravendita dei voti. Secondo la Procura di Bari ‘Sud al centro’, la formazione politica di Cataldo, era stato già al centro di una precedente indagine, chiusa nel febbraio scorso, che aveva coinvolto 50 persone per corruzione elettorale a seguito dell’elezioni amministrative del 2019, quando fu eletto al I Municipio di Bari, con la stessa lista, Carlo De Giosa, anche lui ritenuto vicino all’attuale assessora Maurodinoia. Le indagini hanno permesso di documentare come si fosse attivata una rete di “gregari” per individuare e contattare cittadini triggianesi disposti a tributare il loro voto al candidato sostenuto in cambio di 50 euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *