Indice Rt si stabilizza a 0,68. Basilicata possibile zona bianca dal 21 giugno

L’incidenza a 7 giorni per il periodo di riferimento 4-10 giugno è di 26 casi di Covid ogni 100 mila abitanti. Continua quindi a scendere la circolazione del virus. La scheda sugli indicatori decisionali contiene anche le percentuali sull’occupazione dei posti letto negli ospedali: i valori si attestano all’8% sia per le aree non critiche che per le terapia intensive. Fermo invece l’Rt nazionale allo stesso valore di 7 giorni fa: 0,68. Tutte le Regioni e le province autonome sono classificate a rischio basso tranne una, la Sardegna, a rischio moderato. E’ quando emerge dai dati contenuti nella bozza di monitoraggio settimanale sull’andamento dei casi di Covid, ora all’esame della cabina di regia.   Sempre meno ricoveri Covid, tutte le regioni sotto la soglia, dato che in questa settimana nessuna Regione e provincia autonoma ha superato la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica per i malati di Covid. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è 8%, sotto la soglia critica, con una diminuzione nel numero di persone ricoverate che passa da 1.033 (31/05/2021) a 688 (08/06/2021).
Secondo quanto si apprende, i dati del monitoraggio confermerebbero il passaggio nella zona a meno restrizioni per l’Emilia Romagna, Lombardia, Lazio, Piemonte, Provincia autonoma di Trento e Puglia. Queste si aggiungerebbero così a quelle gia’ in questa fascia: Abruzzo, Liguria, Umbria, Veneto, Molise, Friuli Venezia Giulia e Sardegna.
La Basilicata, per la seconda settimana consecutiva, fa segnare un’incidenza dei nuovi casi positivi ogni 100mila abitanti inferiore a 50 (39 il valore nella settimana 4-10 giugno in leggero rialzo rispetto a quello della settimana precedente che si era attestato a 35). Qualora il dato venisse confermato anche all’esito del monitoraggio di venerdì prossimo, il passaggio dalla zona gialla a quella bianca dal prossimo 21 giugno diventerebbe una certezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *