Individuata in Campania banda rom specializzara in furti nelle gioiellerie

Un uomo di 42 anni, di etnia rom, è stato arrestato stamane dalla Polizia a Castelvolturno (CE) con l’accusa di essere il capo di una banda specializzata in furti in gioiellerie. I colpi messi a segno sarebbero una ventina circa, con un bottino che ammonta a centinaia di migliaia di euro. Un’altra persona, che vive nel campo nomadi di Giugliano (NA) è sfuggita all’arresto forse perché è attualmente all’estero.
Durante le perquisizioni degli agenti, sono stati trovati appunti con l’annotazione dei nomi di alcune gioiellerie situate in varie città. L’indagine è partita a seguito di episodi di furto pluriaggravati nelle notti tra il 30 dicembre 2015 e il 29 gennaio 2016, con modalità professionali, effettuate in due gioiellerie del Potentino. Il primo furto è avvenuto a Picerno il 30 dicembre 2015, l’altro il 29 gennaio a Potenza, con preziosi del valore di circa 150mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *