Invasione di campo al ‘Via del Mare’ di Lecce dopo la fine della partita Lecce-Carpi

Un fuoristrada della Polizia Mitsubishi Pajero incendiato, diverse bombe carta lanciate e due poliziotti contusi: è il primo bilancio dei disordini avvenuti all’esterno dello stadio ‘Via del Mare’ di Lecce, dopo la finale di ritorno play-off tra Lecce e Carpi, che ha sancito la promozione in B degli emiliani per la prima volta nella loro storia e, di riflesso, la permanenza dei salentini in Lega Pro anche per la stagione 2013-14.

Tutto era cominciato quando un centinaio di tifosi, al fischio finale dell’arbitro, hanno invaso il terreno di gioco. Mentre le due squadre si rifugiavano nello spogliatoio, alcuni ultrà si sono sfogati con gli Stewart, aggredendoli. Sono circa 250 i teppisti, secondo fonti della Questura, che hanno preso parte ai disordini, terminati solo intorno alle 21,30.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *