Irsina, i Carabinieri arrestano un 57enne del luogo

Nella prime ore della mattinata odierna, in Irsina (Mt), i Carabinieri della locale Stazione, coadiuvati da militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Tricarico (Mt), hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, traendo in arresto un 57enne del luogo, commerciante, con precedenti specifici di polizia, responsabile di ricettazione di autovetture rubate.
La misura cautelare è stata emessa dalla Sezione del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Matera, a firma della Dott.ssa Angela Rosa NETTIS, su analoga proposta del Pubblico Ministero di quella Procura della Repubblica, Dott.ssa Maria Christina DE TOMMASI, all’esito di tempestive e meticolose indagini svolte dai Carabinieri della Stazione di Irsina, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile di Tricarico. In particolare, il 10 maggio scorso, all’interno di un garage in uso alla persona arrestata, allora deferito in stato di libertà all’A.G. per lo stesso reato, i Carabinieri rinvennero e sequestrarono n. 3 autovetture, una Fiat 500, una Kia Rio ed un’Audi A4, asportate a privati cittadini tra il dicembre 2014 ed il novembre 2015 nei Comuni di Matera, Gravina in Puglia ed Altamura (Ba).
I furti, per le vittime, erano parzialmente coperti da assicurazione. Il valore sul mercato dei mezzi si aggirava sui 50.000,00 Euro. Gli stessi successivamente furono restituiti ai legittimi proprietari. Le circostanze che consentirono ai militari di scoprire il locale privato in cui erano occultati i mezzi, il comportamento tenuto dall’interessato, il quale, sin dall’inizio, dopo aver negato finanche di essere il possessore del garage perquisito, non seppe fornire alcuna giustificazione plausibile circa la disponibilità del cospicuo provento delittuoso, oltre alle modalità con cui furono commessi i fatti – reato, denotanti una spiccata pericolosità sociale, hanno permesso all’A.G., concordando con le risultanze investigative dei Carabinieri, di emettere l’odierno provvedimento cautelare, finalizzato ad evitare che la persona fermata possa commettere ulteriori altri gravi delitti della stessa specie.
Dovendo eseguire il provvedimento del Giudice, alle ore 06,15 odierne, i Carabinieri si sono recati presso l’abitazione dell’interessato, ove hanno proceduto al suo arresto. Lo stesso è stato conseguentemente accompagnato presso la Caserma di Irsina, per l’espletamento delle formalità di rito, a conclusione delle quali  è stato tradotto presso la propria dimora, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, a disposizione dell’A.G. mandante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *