Istruzione e formazione, accordo trovato tra Regione e Province

Raggiunto oggi l’accordo sulla dotazione finanziaria dell’Intesa interistituzionale per il triennio 2011-2013 tra Regione Basilicata e Province di Potenza e Matera, per orientamento, istruzione, formazione professionale e politiche attive del lavoro. Nei prossimi tre anni saranno assegnati circa 40 milioni di euro alla Provincia di Potenza e circa quattordici milioni di euro a quella di Matera. Le risorse provengono dal Programma Operativo F.S.E. 2007-2013 e dall’Azione “Un ponte per l’occupazione”. Tale riparto ha tenuto conto di criteri oggettivi basati sulle specificità dei territori provinciali di riferimento, in relazione alle singole tipologie di azioni da mettere in campo. L’accordo è stato raggiunto nel corso di una riunione della Conferenza Regione-Province per la delega delle funzioni amministrative, presieduta dal Presidente della Regione Vito De Filippo e dall’Assessore Rosa Mastrosimone, alla presenza del Direttore generale del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport, Liliana Santoro, del Presidente della Provincia di Potenza, Piero Lacorazza e dell’Assessore al Lavoro e Formazione della Provincia di Matera, Salvatore Auletta.

“La definizione dell’intesa – commenta il Presidente della Regione, Vito De Filippo – è il primo concreto passo della nuova fase di piena delega alle Province del settore della Formazione. La piena attuazione della legge regionale sul riordino del sistema formativo integrato, rappresenta un serio banco di prova per mettere in campo efficaci azioni per il sistema dell’istruzione e della formazione”.

L’assessore Mastrosimone ha dichiarato che “quello odierno è il risultato di un lavoro che ha visto la Regione e le Province protagoniste di una fattiva collaborazione, con l’intento di sostenere e rendere efficace il sistema regionale di orientamento, istruzione, formazione professionale e politiche del lavoro. La condivisione degli obiettivi programmatici- ha osservato Mastrosimone- ha prodotto uno sforzo di sintesi sulla quantificazione delle risorse necessarie e per la relativa ripartizione tra le due Province”.

L’Intesa prevede il trasferimento di risorse alle Province per la realizzazione di attività di formazione, dirette anche ai detenuti e agli ex detenuti e agli immigrati, di apprendistato, di lotta alla povertà, di istruzione e per le politiche attive del lavoro. È previsto infine un finanziamento per la creazione di una task force per il monitoraggio e il conseguimento degli obiettivi dei servizi di istruzione. Nelle prossime settimane si darà seguito all’incontro di oggi, con l’approvazione dello schema di accordo in Giunta regionale e la ripartizione triennale delle somme stabilite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *