La BCC Terra d’Otranto sostiene l’iniziativa di AIDC Lecce volta a comprendere l’andamento dell’economia salentina e valutarne le prospettive in un’ottica di ripresa

L’impegno dell’istituto di credito a favore delle aziende, delle famiglie e delle associazioni per poter affrontare una fase storica ancora fortemente segnata dalla pandemia. La banca ha inteso sostenere liniziativa promossa dallAssociazione Italiana Dottori Commercialisti, sezione di Lecce, perché consente di comprendere landamento dei settori economici in provincia di Lecce e valutarne le prospettive in un’ottica di ripresa economica. Occorre ripartire, ma per farlo bisogna conoscere puntualmente la realtà che ci circonda.

Il presidente della Bcc Terra dOtranto, Umberto Mele, rimarca limpegno dell’istituto di credito salentino a favore delle aziende, delle famiglie e delle associazioni, che si trovano ad affrontare una fase storica ancora fortemente segnata dalla pandemia. Le micro, le piccole e le medie imprese devono essere messe nelle condizioni di poter preservare la capacità competitiva acquisita in tutti questi anni dice il presidente ma allo stesso tempo devono saper guardare avanti, favorendo la nascita di filiere e di nuovi distretti, facendo così squadra in un territorio dove cè, purtroppo, ancora molta frammentazione tra operatori economici. Nellultimo anno, le micro e piccole imprese hanno saputo comunque reagire alle difficoltà che si sono presentate lungo il percorso, mettendo in atto veri e propri processi di adattamento.

Cè chi ha saputo diversificare, introducendo servizi aggiuntivi e utilizzando gli strumenti digitali per la vendita, chi, invece, ha riorganizzato i processi produttivi e ha modificato i modelli organizzativi. Molte anche le imprese che hanno sviluppato il proprio business con nuovi prodotti ed affacciandosi a nuovi mercati. “La Bcc Terra dOtranto – chiosa Mele – punta così ad essere un partner strategico, offrendo a completamento delle operazioni di finanziamento, servizi di consulenza alle imprese anche in merito a strumenti agevolativi nazionali e comunitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *