La Capitaneria di Bari sequestra grandi quantità di pesce

 

A Bari, blitz  della Capitaneria che in questo periodo festivo,  stava effettuando dei controlli per la tutela e la sicurezza alimentare. L’operazione ha portato a ispezionare centinaia di ristoranti, trattorie, pub, centri di grande e piccola distribuzione, come le pescherie. Immediato il sequestro della merce avariata e la denuncia. Più di settanta le tonnellate di prodotti ittici, dunque, che sono stati sottratti ai mercati e che sarebbero presto finiti, in un periodo come questo, sulle tavole. Ancora da chiarire, però, quanto di quel pesce sia stato già venduto e quali e quanti danni possa aver provocato a chi lo ha ingerito (la data di scadenza era fissata al 2009). Inutile dire, che ora le pescherie incriminate dovranno attendersi una serie di lamentele, come minimo, ma con ogni probabilità anche veri e propri ricorsi legali da parte di quei cittadini, increduli ed arrabbiati per questa  “truffa alimentare”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *